Home News Humanitas et Web Domenica 8 febbraio – Passi nella mia vita e lasci tracce

Domenica 8 febbraio – Passi nella mia vita e lasci tracce

Domenica 8 febbraio – Passi nella mia vita e lasci tracceIn quel tempo, Gesù uscito dalla sinagoga, si recò subito in casa di Simone e di Andrea, in compagnia di Giacomo e di Giovanni. La suocera di Simone era a letto con la febbre e subito gli parlarono di lei. Egli, accostatosi, la sollevò prendendola per mano; la febbre la lasciò ed essa si mise a servirli. Venuta la sera, dopo il tramonto del sole, gli portavano tutti i malati e gli indemoniati. Tutta la città era riunita davanti alla porta. Guarì molti che erano afflitti da varie malattie e scacciò molti demòni; ma non permetteva ai demòni di parlare, perché lo conoscevano. Al mattino si alzò quando ancora era buio e, uscito di casa, si ritirò in un luogo deserto e là pregava. Ma Simone e quelli che erano con lui si misero sulle sue tracce e, trovatolo, gli dissero: «Tutti ti cercano!». Egli disse loro: «Andiamocene altrove per i villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!». E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni. Marco 1,29-39

Di questi giorni assediati.
Poveri, malati, posseduti, tutti addosso.
Tutti intorno.
Tutti appresso.
Mi rimane addosso la stanchezza.
Sento la tua fatica.
Sei venuto per questo, lo so.
Ma ti vorrei per me.
Vorrei una casa vuota per te e per me.
Quanto devo ancora capire di te!
Quanto ancora devo capire dell’amore!

Fai tacere i demoni.
Non sono le parole che servono per conoscerti.
Le tue mani parlano.
I malati guariscono.
La tua parola libera.
I demoni sono scacciati.
Non c’è bisogno di parole per conoscerti.
Bisogna venire alla tua porta.
Attendere che passi.
Lasciarsi toccare.
L’amore non si fa con le parole.
Ma con te vicino a me.
Lascio ai demoni il sapere.
Io prendo te.

Forse all’alba troverai un po’ di deserto.
Forse uscendo col buio.
Riuscirai a stare da solo.
Ma lascerai delle tracce.
Perché non sei uno spirito.
Perché non sei un angelo.
I tuoi piedi lasciano tracce.
E così tutti ti trovano.
Tutti ti cercano.
Sei venuto per questo.
Per lasciare tracce.
Per passare nella mia vita.
E lasciare tracce.
Che seguirò quando non ti vedrò più.

Anche tu hai bisogno di silenzio per pregare.
Anche tu hai bisogno di un po’ di deserto.
Di un po’ di buio.
Di uscire di casa.
Di allontanarti dai tuoi.
Anche tu hai un cuore da svuotare.
E poi riempire di nuovo.
Anche tu lasci tracce.
Perché chi ama.
Non è mai solo.
Non lascia mai solo nessuno.
Mai.

Di Don Mauro Leonardi

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

306,064FansLike
20,431FollowersFollow
9,829FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Angelus e benedizione con Papa Francesco, domenica 24 gennaio 2021. LIVE TV dalle h.12.00

Angelus e benedizione con Papa Francesco, domenica 24 gennaio 2021. LIVE...

Appuntamento domenicale con l’Angelus, ancora trasmesso per questa domenica senza la presenza dei fedeli, in collegamento dalla Biblioteca Apostolica in Vaticano. Angelus e benedizione con...