Diocesi Rimini: la Chiesa e il grido dei poveri

chiesEMILIA ROMAGNA – RIMINI – Non chiudere gli occhi davanti alla povertà, “non lasciare le cose come stanno”, anzi partire dai poveri come “luogo teologico”, cardine di una nuova “conversione pastorale e missionaria” per la Chiesa. L’esortazione arrivata da Papa Francesco con l’Evangelii Gaudium, sarà al centro della serata “La Chiesa e il grido dei poveri”, organizzata dalla diocesi di Rimini per venerdì 28 novembre alle 20,45 in Sala Manzoni, con la partecipazione di mons. Giancarlo Bregantini, vescovo di Campobasso-Bojano, Ernesto Diaco, vice responsabile del Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, Padre Laurent Mazas, direttore esecutivo del Cortile dei Gentili (l’iniziativa del Pontificio Consiglio della Cultura per incentivare luoghi d’incontro e di dialogo con i non credenti) e Ferruccio De Bortoli, direttore del Corriere della Sera. Un evento aperto a tutta la cittadinanza, al quale il vescovo monsignor Francesco Lambiasi ha convocato numerose realtà cittadine attive nel campo della pastorale della cultura, “per avviare insieme un percorso di riflessione che culminerà nella Missione straordinaria indetta per il prossimo anno pastorale. Ma l’incontro vuole stimolare un confronto sul tema, anche con i non credenti, secondo lo stile del Cortile dei gentili”. Fonte: Agensir

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome