Diocesi Grosseto, il 7 novembre una luce per la Siria

unnamedTOSCANA – GROSSETO – “Una luce per la Siria, per illuminare la grande notte di Aleppo”.

È il titolo dato all’iniziativa in programma venerdì 7 novembre a Grosseto, quando la diocesi accoglierà fra’ Ibrahim Alsabagh, frate minore francescano della Custodia di Terra Santa, che nei prossimi giorni prenderà servizio come nuovo parroco della parrocchia latina di Aleppo.

Venerdì fra’ Ibrahim incontrerà, in mattinata, gli studenti dei licei Chelli e della scuola media Madonna delle Grazie, mentre la sera alle 21 animerà un incontro pubblico, aperto alla cittadinanza, presso l’auditorium della parrocchia dell’Addolorata, in via Papa Giovanni XXIII. A un anno dall’iniziativa “Lampedusa è qui”, con cui il vescovo, Rodolfo Cetoloni, invitò la comunità grossetana a una fiaccolata silenziosa nel centro storico della città per fare memoria dei migranti morti nel mar Mediterraneo, quest’anno vuol proporre alla riflessione di tutti la drammatica situazione del Medio Oriente e dei cristiani che lì vivono e che sono costretti a fuggire o che, dove resistono, devono affrontare difficoltà molto grandi per sopravvivere.

“Abbiamo scelto questi due momenti – spiega monsignor Cetoloni – perché occorre ascoltare per poter comprendere storie di quotidiano eroismo, vissuto da cristiani che vedono il loro destino compromesso e reso drammaticamente insicuro e che pure resistono, offrono la loro testimonianza di fiducioso abbandono a Dio”. Fonte: Agensir

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome