Diocesi Caserta, Mons. D’Alise: la visita del Papa è un grande dono

casertaCAMPANIA – CASERTA – “Papa Francesco ci ha voluto fare dono di uno dei suoi giorni di festa per celebrare con noi la solennità di Sant’Anna”. Così il vescovo di Caserta, monsignor Giovanni D’Alise, ha spiegato la visita di Papa Francesco a Caserta, sabato 26 luglio, nel giorno in cui si festeggia la patrona, Sant’Anna. La messa sarà celebrata alle 18, probabilmente davanti alla Reggia di Caserta. “In prima fila – dicono all’Ufficio comunicazioni della diocesi di Caserta – ci saranno malati e disabili. Anche se per quel giorno è prevista una temperatura di 36 gradi, immaginiamo già il pienone. Ci saranno anche immigrati che vengono dall’Australia”. Il Papa incontrerà, intorno alle 16, il vescovo e il clero, probabilmente sempre nella Reggia. Lunedì 28, poi, tornerà in forma strettamente privata per incontrare il suo amico, il pastore evangelico Giovanni Traettino. “Aspettavamo questa visita – chiariscono all’Ufficio comunicazioni sociali di Caserta -: già il 15 gennaio scorso Papa Francesco aveva promesso a tremila ragazzi della diocesi, accompagnati dall’allora amministratore apostolico, monsignor Angelo Spinillo, che a breve sarebbe venuto a Caserta per celebrare la messa con noi e incontrare il pastore Traettino. Ora mantiene la sua promessa”. “L’Eco di Caserta”, la pagina diocesana che viene pubblicata il venerdì con “Avvenire”, aveva annunciato il 17 gennaio una visita futura del Papa. Fonte: Agensir

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome