Dai Miracoli dei Vangeli la Misericordia di Gesù. Minacciò i venti e il mare e ci fu grande bonaccia

Dai Miracoli dei Vangeli la Misericordia di Gesù. Minacciò i venti e il mare e ci fu grande bonacciaIl Vangelo
Salito sulla barca, i suoi discepoli lo seguirono. Ed ecco, avvenne nel mare un grande sconvolgimento, tanto che la barca era coperta dalle onde; ma egli dormiva. Allora si accostarono a lui e lo svegliarono, dicendo: «Salvaci, Signore, siamo perduti!». Ed egli disse loro: «Perché avete paura, gente di poca fede?». Poi si alzò, minacciò i venti e il mare e ci fu grande bonaccia. Tutti, pieni di stupore, dicevano: «Chi è mai costui, che perfino i venti e il mare gli obbediscono?» (Mt 8,23-27).

Il miracolo
Gesù è sulla barca con i suoi discepoli. Nel mare avviene una grande tempesta. Le onde coprono la barca. Consentitemi una lettura storica e personale: Quando questi sconvolgimenti avvengono, è segno di un vero giudizio di Dio sulla nostra storia. La barca con Gesù nel mare della storia è vera figura, immagine della Chiesa. Anch’essa sarà sconvolta. Anche su di essa si abbatteranno e, in realtà, si abbattono anche oggi, le onde dell’eresia, degli scismi, della contrapposizione, della divisione. Quando queste cose accadranno e accadono è sempre per la sua purificazione e per il suo ritorno nella pienezza della verità e della carità. Il peccato sconvolge. La carità dona pace.

Perché lo sconvolgimento non danneggi la barca della Chiesa, Gesù deve essere sempre in essa. Che dorma o che vegli non ha alcuna importanza. È necessario però che sia sulla barca. Se Lui è sulla barca, questa mai affonderà. Se viene tolto da essa, per la barca non vi sarà un futuro di salvezza. Essa sarà travolta dalle onde dei pensieri dell’uomo e si immergerà nella loro idolatria ed empietà.

Applicazione del Vangelo
Come facciamo a sapere se Cristo è nella nostra barca o è fuori di essa? È nella nostra barca se noi siamo Chiesa fondata su Pietro, camminiamo con Pietro, Pietro è sulla nostra barca. Se vi è Pietro vi è anche Gesù. Se Pietro è assente e assente anche Gesù. Lo sconvolgimento non ci risparmierà. Siamo chiesa senza Cristo e solo Lui ha la potestà di intimare al vento di ritirarsi, scomparire.

Dai Miracoli dei Vangeli la Misericordia di Gesù. Minacciò i venti e il mare e ci fu grande bonaccia




Chi è Cristo Gesù? È la sola persona che nello sconvolgimento e nelle bufere della storia fa sì che la Chiesa rimanga sempre intatta, non subisca alcun naufragio, non si spezzi contro nessuno scoglio di eresia, empietà, idolatria, falsità, inganno di Satana, immoralità. Lui però deve essere sulla barca, non fuori di essa. È nella barca se anche Pietro è in essa. Pietro e Cristo Gesù devono essere una sola presenza. Mai potranno dividersi.

Abbiamo capito, allora, cosa fare? Non dividere mai Cristo da Pietro o Cristo dalla Chiesa. Chi dice: “Cristo si, Chiesa no!”, in realtà è fuori dalla volontà di Gesù. Chi divide Cristo da Pietro, nella sua barca non ha Cristo, perché Cristo e Pietro sono una sola barca, non due. Non vi è la barca di Cristo e quella di Pietro. Vi è la barca di Cristo affidata a Pietro. Chi mai affonderà è la barca di Pietro.

Vergine Maria, Madre della Redenzione, Tu che sei la Madre della Chiesa, Tu che sei stata preposta da Cristo Gesù a vegliare sempre su di essa, insegnaci la vera fede in Cristo, in Pietro, nella Chiesa.

Angeli, Santi, voi che amate la Chiesa di Gesù e la custodite da ogni errore e falsità, illuminateci con la purezza della verità. Dateci un grande amore per la Chiesa di Gesù Signore, unico e solo sacramento di grazia e di salvezza per il genere umano. Non permettete che ci separiamo da essa. Mai.

.

.
.




Don Francesco Cristofaro
Seguilo su Facebook nella sua pagina qui

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome