Desirée Mariottini – Chi sono i senegalesi fermati per stupro e omicidio?

Due dei tre fermati per l’omicidio di Desirée Mariottini, la ragazza di 16 anni stuprata e uccisa in uno stabile occupato a San Lorenzo, quartiere di Roma, sono immigrati clandestini provenienti dal Senegal.

Desirée Mariottini, la disperazione della madre: «Non si drogava, ma era cambiata»

Il più giovane è Gara Mamadou, nato in Senegal il 20.11.1991. Mamadou aveva un permesso di soggiorno per richiesta d’asilo scaduto ed era stato espulso con provvedimento del prefetto di Roma il 30.10.2017. Si era reso irreperibile. È stato rintracciato dal personale delle volanti a Roma il 22.7.2018. , veniva richiesto nulla osta dell’autorità giudiziaria per reati pendenti a suo carico.

LEGGI ANCHE: Desirée Mariottini, stuprata e uccisa dal branco


L’altro uomo del branco è Minteh Brian, nato in Senegal il19.08.1975. L’uomo aveva presentato alla questura di Roma il 24.08.2017 istanza di rinnovo del permesso di soggiorno per motivi umanitari, a seguito di decisione adottata dal tribunale di Roma il 12.02.2015. la questura era in attesa di integrazioni documentali perché la domanda risultava carente della prescritta iscrizione anagrafica.

Un terzo uomo è stato fermato in mattinata, si tratta di un immigrato nigeriano di 40 anni.

Fonte leggo.it

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome