Da lunedì a Roma ‘invasione’ di chierichetti: saranno in 50mila!

gruppo_chierichetti_castello - CopiaCITTA’ DEL VATICANO – I «ministranti» delle diocesi di Germania, Vienna, Linz e Lettonia, parteciperanno al pellegrinaggio nazionale: appuntamento principale il 5 agosto in piazza San Pietro. I «ministranti» delle diocesi di Germania, Vienna, Linz e Lettonia, parteciperanno al pellegrinaggio nazionale: appuntamento principale il 5 agosto in piazza San PietroÈ in arrivo a Roma un «esercito» di chierichetti tedeschi. Saranno oltre 50mila i «ministranti», di età fra i 13 e i 27 anni, delle diocesi tedesche, e di quelle di Vienna, di Linz e della Lettonia, che da lunedì 4 a venerdì 8 agosto parteciperanno al pellegrinaggio nazionale promosso come ogni anno dalla Conferenza episcopale di Germania.

I partecipanti avranno una serie di appuntamenti e celebrazioni organizzati in vari luoghi: messe diocesane nelle basiliche (San Paolo, San Giovanni e altre), incontri per gruppi nelle piazze di Roma, visite alle catacombe, gite supplementari, come quella ad Assisi. L’evento centrale sarà l’incontro di martedì 5 pomeriggio in piazza San Pietro, alle 18, con la partecipazione di papa Francesco.

«In Germania più di 430mila bambini, adolescenti e giovani adulti sono impegnati nel servizio all’altare – fanno sapere gli organizzatori – Essi sono un importante gruppo destinatario della pastorale giovanile tedesca. Nella prima settimana di agosto le diocesi tedesche organizzano un pellegrinaggio comune dei ministranti a Roma. Esso rafforza il potenziale spirituale dei pellegrinaggi precedenti sviluppandolo ulteriormente».

Fatta eccezione per l’arcidiocesi di Colonia, tutte le altre 26 diocesi tedesche prendono parte al pellegrinaggio, anche con la presenza di numerosi vescovi. Sono pervenute richieste anche dall’Austria e dalla Svizzera; da Vienna e da Linz sono attesi circa mille pellegrini. Il motto del pellegrinaggio di quest’anno è «Liberi! Perché è permesso fare del bene», ispirato dal Vangelo di Matteo. Servizio pubblicato dalla redazione di Vatican Insider, supplemento web del Quotidiano La Stampa

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome