Corre tremila miglia… per la vita, contro l’aborto!

Una giovane, laureatasi in scienze matematiche nel 2016, sportiva e con una forte chiamata a implicarsi in prima persona in favore della vita nascente. Una missione che l’ha porta a percorrere di corsa e in bicicletta ben 3.000 miglia (quasi 5.000 km), attraverso l’America. Il suo nome è Anna Hoduski.

Correre – per chi lo fa per passione e non per dimagrire o altre motivazioni – è una cosa della quale non si riesce a fare a meno: è un momento in cui si scaricano le tensioni quotidiane e si ricaricano le “batterie”, ma è anche un momento in cui spesso vengono intuizioni importanti. E anche per Anna è stato così: nel 2014, mentre preparava una mezza maratona, ha avuto l’intuizione del viaggio che l’ha poi effettivamente portata, tra il 2016 e il 2017, attraverso l’America. Per una chiamata di Dio in favore della vita nascente, afferma la giovane.
Tra una miglia e l’altra Anna si è anche fermata in diversi luoghi per parlare in favore della vita e contro l’aborto: non sempre è stata accolta con favore, ma la ragazza ha affermato a LifeNews che per essere ascoltati «basta cercare di essere graziosi e sorridere».






La determinazione di Anna e dei suoi amici ha anche fruttato la nascita di Project If Life, una realtà no profit in difesa degli innocenti nel grembo materno.
Al termine del suo viaggio – che continuerà ora in altro modo – la giovane rimanda un messaggio di speranza, avendo constatato come l’America stia cambiando passo sul tema dell’aborto. Nonostante questo, però, Anna è convinta che la cosa più grande che gli americani possono fare sia quella di continuare a pregare per la vita nella loro quotidianità e testimoniare con tante piccole azioni il valore immenso di ogni vita: «Il viaggio – scrive LifeSiteNews – le ha infatti insegnato che ogni passo è importante e che i compiti quotidiani che sembrano così piccoli sono ciò che sta per fare la differenza nella lotta per la vita».
Grazie Anna! Grazie per la tua vita spesa per la vita!




Fonte www.notizieprovita.it/Teresa Moro

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome