Pubblicità
HomeNewsRes Publica et SocietasCoronavirus. La Storia di Andrea, il frate 'medico' di Assisi che si...

Coronavirus. La Storia di Andrea, il frate ‘medico’ di Assisi che si è tolto il saio per aiutare i malati della pandemia

Il frate che ha tolto il saio per aiutare i pazienti Covid

La bellissima storia di Andrea Dovio, un frate speciale…

Frate Andrea Dovio, 44 anni, è stato ordinato sacerdote ad Assisi da Mons. Domenico Sorrentino il 23 giugno 2018; ha vissuto gli ultimi cinque anni a San Damiano prima occupandosi del santuario e dopo come vice-maestro dei novizi, quindi alla Porziuncola dove tuttora è Segretario della Provincia.

È passato molto tempo da quando ha smesso di esercitare la professione medica però non ha dimenticato nulla del suo lavoro prima di entrare in convento, né le conoscenze, né l’approccio al paziente.

Si era laureato a Torino, sua città natale, in cui successivamente ha conseguito il Dottorato e poi la Specialità in Medicina Interna, lavorando all’ospedale “San Luigi” di Orbassano fino a 32 anni di età, nel 2008, quando ha sentito che la sua vocazione era un’altra.

Ecco le sue parole:

«Allo scoppio dell’emergenza mi sono domandato: come posso servire il prossimo? – continua –Ascoltando le cronache dell’epidemia e i reiterati appelli delle autorità politiche e sanitarie, ho avvertito da una parte tutta la forza delle parole del Codice Deontologico dei Medici che all’articolo 8 recita che “in caso di catastrofe, di calamità o di epidemia” il medico deve mettersi a disposizione, dall’altra un senso di solidarietà verso tanti amici e colleghi impegnati in prima linea, insieme col desiderio di aiutare la gente, il popolo di Dio, i malati, come ci hanno invitato a fare sia il Papa, sia il nostro Ministro provinciale. Del resto, la storia ha sempre visto i religiosi in prima linea nelle pestilenze, anche se sono consapevole che non siamo nel 1600 e certamente certi modelli oggi non sono riproponibili».

Frate Andrea, dunque, decide di scrivere al suo superiore, fra’ Claudio Durighetto, chiedendogli di accogliere la sua volontà di assistere i malati di Covid. «In un primo tempo pensavo alla Croce Rossa poi, sapendo la situazione di Tortona, mi sono orientato verso questo ospedale».

Frate Andrea Dovio
Frate Andrea Dovio

Proprio all’ospedale di Tortona ha svolto il suo prezioso lavoro da volontario accanto ai pazienti contagiati dal Covid-19 fino al 15 Maggio 2020.

Ecco le sue parole quando si trovava in ospedale:

«Sono qui per amore del Signore Gesù, perché è dalle sue parole e dai suoi gesti che scaturisce la logica del servizio. In questo tempo di pandemia, come tutti i miei confratelli, ho avvertito l’esigenza di ripensare le mie attività per poter soccorrere chi aveva bisogno. Da subito, dalla seconda settimana di marzo, per me è stata forte la chiamata a rimettere a disposizione le mie competenze mediche per curare chi fosse nella malattia». Fonte ilpopolotortona.it

Redazione Papaboys

Informazioni sulla Donazione

Vorrei fare una donazione del valore di :

€100€50€10Altri

Vorrei che questa donazione fosse ripetuta ogni mese

Informazioni sulla donazione

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,867FansLike
20,918FollowersFollow
10,096FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Supplica a Santa Rita da Cascia

Ottieni grazie e benedizioni da Santa Rita da Cascia. Supplica alla...

Chiedi una grazia Santa Rita da Cascia ora "Santa Rita, dal Paradiso, intercedi per tutte le nostre intenzioni..." Il testo: Sotto il peso del dolore, a te,...