Home News Res Publica et Societas Coronavirus in Italia, i dati di oggi mercoledì 25 novembre: 722 morti...

Coronavirus in Italia, i dati di oggi mercoledì 25 novembre: 722 morti e 25.853 contagi. Nuovo Decreto in arrivo

Coronavirus in Italia, i dati di oggi mercoledì 25 novembre: 722 morti e 25.853 contagi. Nuovo Decreto in arrivo

nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Italia sono 25.853 con 230.007 tamponi (ieri erano stati 23.232 con 188.659 tamponi). 722 i morti (ieri erano stati 853). Con 31.819 dimessi/guariti in più nelle ultime 24 ore, gli attualmente positivi scendono leggermente a 791.697 (6.689 in meno rispetto a ieri, quando c’era stato un aumento di 1.537 unità).

Il totale dei morti da Covid-19 sale a 52.028. Il numero totale dei casi è di 1.480.874 dall’inizio della pandemia di Sars-CoV-2.

Dopo gli oltre 800 morti di ieri, il terzo dato peggiore dall’inizio della pandemia (e purtroppo è probabile che ancora per una settimana si vada avanti con questi numeri, ha ammonito ieri il presidente del Css Locatelli), anche oggi dai singoli bollettini regionali non arrivano buone notizie: in Veneto sono 76 i decessi registrati oggi, con 2.660 nuovi positivi. In Toscana 67 morti e 986 nuovi casi, in Umbria 8 morti e 386 nuovi casi, mentre in Puglia, dopo i dati record di ieri, si registrano oggi 30 morti e 1.511 nuovi positivi.

Cosa prevede il nuovo decreto in arrivo?

Cosa potrebbe cambiare con il nuovo Dpcm per spostamenti e per le seconde case? A spiegarlo con precisione è stato il sottosegretario alla Salute, Sandra Zampa che ha chiarito che non sarà vietato muoversi nelle seconde case ma sarà strettamente consigliato evitare i grandi spostamenti di massa che poi generano affollamenti.

coronavirus in Italia i dati di oggi
coronavirus in italia i dati di oggi

Se la divisone delle zone non dovesse variare non sarà possibile spostarsi nelle seconde case in zona rossa o arancione se non per motivi di necessità come una perdita di acqua, di gas, un danno per il quale bisogna intervenire urgentemente.

Questo a meno che la seconda casa non si trovi all’interno dello stesso comune di residenza. In ogni caso lo spostamento dovrà durare il tempo strettamente necessario per porre rimedio al problema e non andare oltre.

PUOI LEGGERE ANCHE: Coronavirus. Ecco tutte le novità in arrivo: scuola, feste di natale, capodanno, sport invernali

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

306,052FansLike
20,431FollowersFollow
9,829FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

La storia di Umberto Di Pasquale

Umberto Di Pasquale diventa prete: vivo per miracolo nel terremoto, ora...

Umberto Di Pasquale si appresta a diventare sacerdote Umberto vuole farsi prete: il terremoto in Abruzzo ha cambiato la sua vita Umberto Di Pasquale, 36 anni,...