Home Medjugorje Con Maria, per capire il Natale profondo. Prima di tutto, il fascino...

Con Maria, per capire il Natale profondo. Prima di tutto, il fascino della rivelazione, poi il resto!

“Stillate dall’alto, o cieli, la vostra rugiada e dalle nubi scenda a noi il Giusto; si apra la terra e germogli il Salvatore. L ‘Atteso dei popoli verrà senza tardare, non ci sarà più timore sulla nostra terra: egli è il nostro Salvatore. O Germoglio della radice di Iesse, che t’innalzi come segno per i popoli, vieni a liberarci, non tardare”.

Procuriamo di contemplare il quadro, cioè la scena di Betlemme, in trasparenza.

Questo momento di attenzione è del tutto conforme allo stile mentale del nostro tempo, avido di sapere il significato reale dei fatti e delle cose, di conoscere la realtà di un avvenimento tanto importante e centrale, qual è la nascita di Colui, che si chiama Salvatore.

Gesù vuol dire Salvatore; Cristo vuol dire Messia, cioè colui nel quale si incontrano e si compiono i disegni divini relativi ai destini dell’umanità. Dobbiamo allora considerare il Natale come un’apparizione. E’ una rivelazione. Quale apparizione? Ce lo dice San Paolo: “Apparve la bontà e l’amore di Dio salvatore nostro verso gli uomini”. È il segreto di Dio, che s’è svelato in Gesù Cristo: Dio è bontà, Dio è Amore. Questo è il Natale! Il Natale nella fede. (Dai discorsi di Paolo VI)

Medjugorje: ecco come vivere l'Avvento
Medjugorje: ecco come vivere l’Avvento

La prima condizione per fare bene il Natale è quella di conservargli la sua autenticità religiosa.

 

Bisogna guardare al Natale con fede. Quel Bambino che giace nella greppia di una vecchia grotta, avvolto in poche fasce, è il Verbo eterno di Dio, è il rivelatore del Padre, è il Salvatore del mondo. Quel Bambino ci dice che Dio si è fatto uomo perché ha amato l’uomo e ha voluto salvarlo. Se noi ci chiediamo quale è la via scritta che ci porta a quell’umanità di Cristo, nella quale troviamo la rivelazione di Dio e la nostra salvezza, la risposta è pronta: quella via è la Madonna, è la Madre di Cristo, e perciò Madre di Dio e Madre nostra.

Questa è la migliore stagione liturgica del culto alla Vergine.

Il Natale dura in noi se Cristo nasce e vive in noi per via di fede, la quale non è semplice nozione di Cristo, ma è una forma misteriosa e vitale, che lo porta a vivere in noi. San Paolo ce lo dice: il cristiano, cioè l’uomo giusto nel senso biblico, vive di fede.

DAL CANALE YOU TUBE DELLA REDAZIONE

Per iscriverti gratuitamente al canale You Tube della redazionehttps://bit.ly/2XxvSRx ricordati di mettere il tuo ‘like’ al video, condividerlo con gli amici ed attivare le notifiche per essere aggiornato in tempo reale sulle prossime pubblicazioni.
Non dimenticare di iscriverti al canale (è gratuito) ed attivare le notifiche.

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

306,048FansLike
20,431FollowersFollow
9,829FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Crisi di governo: ecco cosa accadrà oggi

Conte resiste anche al Senato: 156 sì e 140 no, sono...

Dopo aver ottenuto ieri il disco verde alla Camera con con 321 sì, il Presidente del Consiglio incassa la fiducia anche al Senato con...