Ciao Papissimo…

XXI Giornata Mondiale della Gioventù, Benedetto XVI, affermava:“Non è facile riconoscere ed incontrare l’autentica felicità nel mondo in cui viviamo, in cui l’uomo è spesso ostaggio di correnti di pensiero, che lo conducono, pur credendosi “libero”, a perdersi negli errori o nelle illusioni di ideologie aberranti. E’ urgente “liberare la libertà” (cfr Enciclica Veritatis splendor, 86), rischiarare l’oscurità in cui l’umanità sta brancolando. Gesù ha indicato come ciò possa avvenire: “Se rimanete fedeli alla mia parola, sarete davvero miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà liberi” (Gv 8, 31-32). Il Verbo incarnato, Parola di Verità, ci rende liberi e dirige la nostra libertà verso il bene. Cari giovani, meditate spesso la parola di Dio, e lasciate che lo Spirito Santo sia il vostro maestro. Scoprirete allora che i pensieri di Dio non sono quelli degli uomini; sarete portati a contemplare il vero Dio e a leggere gli avvenimenti della storia con i suoi occhi; gusterete in pienezza la gioia che nasce dalla verità”. Subito dopo la rinuncia, nel web si sono  susseguiti tanti messaggi di affetto per il Benedetto XVI. Le polemiche sulla guida della Chiesa e le scelte conseguenti di governo, sembrano spazzate via da un forte tempesta di Amore. E’ riconosciuta al papa emerito una profonda umiltà, saggezza, bontà. Ritengo opportuno rendervi partecipi di una lettera molto bella, nella quale sono delineati i momenti più importanti del pontificato:

“Caro Papa ti scrivo, così mi sfogo un po’! In sette anni di pontificato ti hanno dipinto come: 1) Nemico della scienza (visita negata alla Sapienza di Roma). 2) Senza alcun rispetto verso le altre religioni (il discorso di Ratisbona). 3) Un nazista amico di Hitler (vedi le presunte dimissioni dell’arcivescovo di Varsavia Wielgus, che aveva collaborato con i servizi segreti comunisti oppure la revoca della scomunica ai vescovi lefebvriani, coincisa con la diffusione dell’intervista negazionista della Shoah di uno di loro). 5) un freddo “dittatore” della morale, che non guarda in faccia a nessuno pur di difendere le sue posizioni (la crisi diplomatica per le dichiarazioni sul preservativo durante il viaggio in Africa). 6) Un nostalgico del passato, nemico dei giovani, intento a distruggere tutto il lavoro di Giovanni Paolo II (la pubblicazione del documento che liberalizza l’uso della messa antica in latino). 7) Un sostenitore dei pedofili pronto a nasconderne tutte le prove (lo scandalo degli abusi sui minori). 8) Un vero e proprio persecutore degli omosessuali (per i suoi interventi in difesa della famiglia). 9) Un mafioso che occulta i cadaveri delle sue vittime (Emanuela Orlandi). 10) Un ricco epulone che tiene tutto per sè (che non vende l’anello con cui, a quanto pare, sfamerebbe tutto il pianeta… mentre invece ha il valore di due fedi nuziali… e che è lo stesso da secoli perché quando un Papa muore, tale anello viene distrutto, rifuso e preparato per il nuovo Pontefice). 11) Il più grande evasore delle tasse (Ici o Imu). 12) Uno che ricicla denaro sporco (Ior). 13) Un amante della bella vita (che fa viaggi in tutto il mondo con le scarpe di Prada invece che aiutare i terremotati dell’Emilia). Caro Papa, al tuo predecessore hanno sparato un colpo al cuore ma a te non stanno facendo sconti! Le cose sono due: o tu sei il concentrato del male e della criminalità oppure in te si realizza la parola di Gesù: “Hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi” (Gv 15, 18-21). Chi ti scrive è uno che non sopporta le ingiustizie e che soffre nel vedere tanta gente (e tanti credenti) cadere in questo tranello, senza farsi, ogni tanto, due domande sulla veridicità e fondatezza di tutte queste accuse. Ti penso sai la sera, quando nella tua stanza (che poi non è tua, perchè è stata di qualcuno e poi sarà di qualcun altro) da solo, devi fare i conti con tutto il fango che ti tirano addosso e sogni quand’eri bambino, senza tutti questi pensieri. E ora da grande, da Papa… diventi sempre più il mio Papà!”. DonSa

 

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome