Home Diocesis PAPABOYS LOMBARDIA Card. Scola: il nostro seminario ci richiama all'amore di Cristo

Card. Scola: il nostro seminario ci richiama all’amore di Cristo

Pubblicità

Angelo_Scola_1LOMBARDIA – MILANO – “Il Seminario ci ricorda anche che questo nutrimento essenziale ed esistenziale che è l‘amore di Dio non è un dono individuale, ma pane da spezzare, alimento da condividere convivialmente, destinato a sfamare tutto il campo che è il mondo”. È un passaggio del messaggio del cardinale Angelo Scola, arcivescovo di Milano, per la Giornata diocesana del Seminario, che si è celebrata ieri. Nel Seminario, ha spiegato, “l‘amore di Cristo è gustato e vissuto all‘interno di una vita comunitaria, imponendosi come unica ragione capace di unire persone di diverse età e diverse provenienze. Questi giovani, impegnati nella verifica della loro vocazione e nella formazione al ministero presbiterale, ci spingono a un cambiamento di mentalità, dove la ricerca del vero, del bello e del buono dev‘essere sempre condivisa nella comunione con gli altri fratelli per una crescita del bene comune”. Per il porporato, “l’amore di Cristo è un nutrimento che non va risparmiato, non va tenuto per sé, ma cresce solo con l‘essere donato. Per questo i seminaristi sono chiamati alla missione sin dai primi anni di Seminario: all‘inizio solo per qualche giorno nei nostri oratori e, una volta ordinati, nelle parrocchie in cui il vescovo li manda. Il dono della vocazione è compito per il mondo”.

Pubblicità

“I futuri presbiteri – ha ricordato il cardinale Scola – saranno chiamati un domani, con la grazia di Dio, a nutrire la nostra diocesi con il dono di tutta la loro vita, portando quel pane sostanziale che è l‘Eucaristia, il pane del Suo perdono, il pane della Sua Parola fino alle periferie materiali e esistenziali della nostra diocesi. Saranno chiamati alla custodia e alla cura di tutti, specialmente dei bambini, degli anziani e di coloro che spesso si trovano ai margini del cuore del mondo”. “Il nostro Seminario, in particolare in quest‘anno dell‘Expo 2015 – ha aggiunto il porporato -, davvero ci richiama all‘amore di Cristo, il solo che può nutrire il mondo, perché può saziare il cuore di ogni uomo su questa terra. Per questo invito ognuno a ‘nutrire’ a sua volta il Seminario: con la preghiera, con l‘aiuto economico e magari – mi rivolgo ai più giovani – con la propria vita”. Perciò, “ogni ragazzo, che abbia avvertito in cuor suo la possibilità di dedicare totalmente la propria vita a Cristo, è invitato dall’arcivescovo a intraprendere un cammino di verifica di tale intuizione, parlandone con una persona di fiducia, come un educatore, un religioso o un sacerdote. Non c‘è niente di più bello di una vita che sia, a immagine di Cristo, pane spezzato per la vita del mondo”. Fonte: Agensir

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

I nostri social

9,915FansLike
17,749FollowersFollow
9,745FollowersFollow
1,600SubscribersSubscribe

News recenti

La rubrica dedicata a Giovanni Paolo II, 6 Luglio 2020

Le frasi più belle di Giovanni Paolo II: il Papa indimenticabile....

La rubrica dedicata a San Giovanni Paolo II Pensieri e parole del Santo Padre per te ogni mattina... LE FRASI DA LEGGERE OGGI "Non “lasciatevi vivere”, ma...