Card. Bassetti, Messa di Natale: un maggior rispetto per i poveri

bassettiUMBRIA – PERUGIA – Il Figlio di Dio Onnipotente “ci insegna a rinnegare l’empietà e i desideri mondani e a vivere in questo mondo con sobrietà, con giustizia e con pietà, nell’attesa della beata speranza e della manifestazione della gloria del nostro grande Dio e salvatore Gesù Cristo”. Lo ha detto, nella Messa della notte di Natale, il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve. “Il Natale non va d’accordo con quello che spesso a noi piace: implica infatti un nuovo modo di comportarsi – ha proseguito il porporato -. È mani pulite, cuore in ordine, condotta onesta. Non basta a Natale una incipriata di bontà, un pizzico di sentimento e di emozione, un accenno alla generosità. Natale è un nuovo stile di vita, una condotta più sobria, un maggior rispetto per i poveri. Natale è una grande occasione di grazia che viene riversata su di noi, per cominciare ad essere cristiani sul serio e vivere con ‘sobrietà e giustizia’”. Per il cardinale, “Natale non cancella gli scandali, ma può convertire i cuori, indicando quelle che sono le vie giuste da percorrere. Ditemi voi: che Natale sarebbe il nostro se dopo aver acceso tante luci, illuminati alberi e presepi, il nostro cuore rimanesse al buio? Se continuassimo a scegliere le opere delle tenebre e non quelle della luce?”. Fonte: Agensir

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome