Calabria in ginocchio per il maltempo! Trovati morti mamma e un bimbo

Maltempo: trovati morti mamma e un bimbo, ancora disperso l’altro figlio. In Calabria torrenti esondati e allagamenti: 16 persone salvate, molte si erano rifugiate sui tetti

Vigili del fuoco

I corpi della mamma e del figlio di 7 anni, dispersi a Lamezia Terme in provincia di Catanzaro a seguito dell’ondata di maltempo, sono stati ritrovati ad una cinquantina di metri l’uno dall’altro nel letto di un torrente nei comuni di San Pietro a Maida e San Pietro Lametino. Sono in corso le ricerche del secondo figlio della donna, di due anni, che risulta ancora disperso.

Nel corso della notte era stato il marito della donna, Stefania Signore, ad avvertire i vigili del fuoco del suo mancato rientro a casa. La vettura sulla quale viaggiava la donna con i suoi bambini era stata trovata vuota con le quattro frecce accese a San Pietro Lametino.

Vigili del fuoco
L’intervento dei vigili del fuoco in seguito agli allagamenti causati dal nubifragio, 5 ottobre 2018.
ANSA/ VIGILI FUOCO
++HO – NO SALES EDITORIAL USE ONLY++

 

E’ anche crollato il ponte delle Grazie, sulla strada provinciale 19, nel comune di Curinga, e numerosi smottamenti hanno interessato altre strade, senza provocare feriti.

Sempre nella zona di Lamezia Terme è esondato il torrente Cantagalli. In alcuni quartieri gli abitanti hanno raggiunto i piani superiori degli stabili e perfino i tetti ed è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco con i gommoni. Chi non ha potuto raggiungere le proprie abitazioni è stato ospitato nei locali del centro commerciale Due Mari. Sedici persone sono state tratte in salvo: due operai rimasti bloccati in alcuni capannoni. Sono stati soccorsi anche automobilisti bloccati: le vetture erano state invase di acqua e all’interno c’erano alcuni bambini ed una donna incinta.

“Si fa sempre più drammatica la situazione in Calabria. Nelle prossime ore avanzeremo la richiesta dello stato di emergenza”, afferma il presidente della Regione Mario Oliverio.

Vigili del fuoco mamme ebimbo morti

Catania, si fa la conta dei danni – Il maltempo ha colpito tutto il Sud. A Catania si fa la conta dei danni: pezzi di asfalto e pietre per strade, commercianti che ancora puliscono negozi allagati, un rione interamente isolato, alberi caduti che vengono rimossi. La centralissima via Etnea era un fiume in piena, con auto posteggiate quasi coperte dall’acqua. In alcune zone all’interno dell’ex Pretura di via Crispi pioveva a dirotto.

Violento nubifragio nel Tarantino, scuole chiuse – Un violento nubifragio ha creato allagamenti e disagi nel Tarantino. Gli allagamenti hanno reso alcune strade impraticabili e la circolazione stradale è rallentata. Da ieri pomeriggio il servizio di Protezione civile regionale ha emesso un’allerta arancione per l’arco ionico e la Puglia meridionale. Allagate anche alcune zone dell’Ilva.

Le previsioni di 3bmeteo indicano al Sud ancora molte nubi su tutte le regioni con piogge e rovesci intermittenti, più diffusi su Sicilia e fascia ionica. Al centro maltempo in Sardegna con nubifragi, nuvoloso con piogge sull’Adriatico, entro sera anche sul Lazio. Al Nord nubi sparse sull’arco alpino occidentale e verso sera anche su basso Veneto ed Emilia Romagna con locali piogge sulla Romagna, buono altrove.

Fonte: Ansa on line

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome