Buon lavoro, Matteo!

In queste ore si è votata la fiducia al nuovo governo Renzi. Le aspettative sono tantissime. L’Italia, sente la necessità di guardare avanti con serenità. La crisi economica è la faccia visibile del decadimento etico a cui il nostro paese è stato esposto negli ultimi decenni. Nella morsa delle difficoltà, i segni di speranza per il futuro non mancano. Da dove cominciare? Innanzitutto dall’uomo. Sono necessarie politiche a sostegno della vita a cominciare dal concepimento fino alla morte. I valori naturali quando non sono tutelati dalla legge, la società perde la bussola, l’orientamento. Pertanto vogliamo presentare un piccolo promemoria per i nuovi governati. Per cominciare con il piede giusto.  a) C’è un fondamento religioso e morale nella vita politica, che è la giustizia sociale; b) la politica è dovere di ogni uomo, perché connaturato con l’uomo stesso (laicità e umanesimo della politica); c) la società civile viene prima dello Stato, perché rappresenta la realtà, nella sua territorialità di bisogni sociali, che lo Stato deve poi interpretare e risolvere; d) la politica dei cattolici non può essere che riformista (popolarismo), di un “riformismo coraggioso”, che si oppone ai conservatori che sono i “fossili della società”. (don Luigi Sturzo, dal famosissimo discorso di Caltagirone, 1905).

Papa Francesco cosa consiglia ai politici?  a) “Il tempo è superiore allo spazio”, dove tempo significa progetti di riforme e spazi sono quei giochi di potere in cui si riduce la gestione del tempo presente, che va superata con un concetto di tempo lungo; b) l’unità vale più dei conflitti, perché i conflitti sono frammenti, a volte necessari ma superabili, e l’unità è cultura dell’incontro, in quanto dall’incontro nascono i processi condivisi che si snodano nel tempo e costruiscono futuro; c) “la realtà è più importante dell’idea”, in quanto le ideologie, staccate dal reale, producono nominalismi e sofismi, mentre la realtà è fatta di problemi da risolvere concretamente; d)  “il tutto è superiore alla parte”, cioè nel fare politica occorre guardare alla dimensione globale dei problemi, perché il particolare è parte del principio universale. “Non c’è un Vangelo da servire nel chiuso della coscienza individuale, ma il Vangelo ha “un contenuto ineludibilmente sociale, nel cuore stesso del Vangelo vi sono la vita comunitaria e l’impegno per gli altri”; …c’è “indissolubile legame tra l’accoglienza dell’annuncio salvifico e un effettivo amore fraterno”; leggendo le Scritture risulta chiaro che la proposta del Vangelo non consiste solo in una relazione personale con Dio, e neppure la nostra risposta dovrebbe intendersi come una mera somma di piccoli gesti personali nei confronti di qualche individuo bisognoso, il che potrebbe costituire una sorta di carità <à la carte>, una serie di azioni tendenti solo a tranquillizzare la propria coscienza”; Dio deve regnare nel mondo, perciò “la vita sociale sarà uno spazio di fraternità, di giustizia, di pace, di dignità per tutti”. (Evangelii Gaudium, parr. 177-segg.).

Su facebook ad un campione di persone che hanno voluto partecipare alla discussione è stat posta la seguente domanda (ripresa dal profilo di don Salvatore): che ne pensate di Renzi? Visto che ha 38 anni, secondo il vostro parere, gli si può dare fiducia? Risposte: “Lia Mazzola: Credo che non dipenda dall’età. A proposito di magistero della chiesa applicato o meno: credo che per 50 anni l’Italia sia stata governata da un partito che portava la croce sullo scudo e i suoi maggiori esponenti partecipavano ogni giorno a messa. Beh mi pare che di guai ne abbiano fatti anche loro”; “Mac Guffin: non è per l’età, quella ben venga; mi preoccupa altro. Ha mai svolto un lavoro (non intendo una carica politica con il termine “lavoro”) di responsabilità, ad esempio? Non ne ho notizia e vorrei solo saperlo”; “Marco Rinella: cambia il direttore d’orchestra ma musica e orchestrali son sempre gli stessi !! Povera Italia !”; “Mariagrazia Rocca: mi sembra un grande trasformista,nel senso di avere più’ maschere a seconda delle convenienze…..speriamo che usi ciò’ per il bene della nostra Italia e non per fini personali….”; “Modellismo Navale Antonio Pinto: se lo lasceranno lavorare e’ per volontà dei funzionari di partito( e’ manovrato ). Gli faranno fare le riforme che in 20 anni non hanno fatto fare a Berlusconi e se ne prenderanno i meriti. Caro Don Sa, la politica non ha regole di logica quindi aspettiamoci tutto, ma questo è l’ultimo treno che dobbiamo prendere in corsa e non lasciarcelo sfuggire: l’Ucraina di questi momenti e’ una grande cassa di risonanza…(speriamo in bene affidandoci a Dio)”; “Radici Gianluca: si, peggio degli altri non può fare!”; “Marco Di Giuseppe: in un momento come questo, l’ultimo problema è il credo dei nostri governanti. Servono lavoro, nuovi investimenti, riforme, accordi solidi nazionali ed internazionali, fiducia e speranza. Quanto all’età, è un fattore poco rilevante: ciò che conta è la preparazione tecnica e politica e il desiderio di lavorare a favore di un’intera nazione e non del singolo. Quanto a ciò che Berlusconi ha fatto e non ha fatto, resta solo che gli ultimi 20 anni sono stati il buco nero dell’Italia: i suo sostenitori farebbe meglio a v*********i di vivere”; “Michele Costagliola: io credo che questo (con Renzi ) è l’ultimo tentativo per vedere di salvare l’Italia. Però a mio parere credo che doveva passare prima per gli elettori ,sarà molto difficile dagli fiducia”; “Vittorio Gervasi: l’età non è un valore a prescindere. La formazione umana e politica fa la differenza sempre”; “Fabio Scarinzi: purtroppo la democrazia esprime sempre il malessere di un paese e mai la medicina … e Renzi è un altro sintomo dell’infezione”; “Antonino Segreto: credo che sia l’ultima spiaggia per un tentativo di sollevare il Nostro Paese dalla drammatica situazione dove è precipitato. Questo è il momento di aiutare e mettere da parte tutti gli egoismi, ci sarà tempo per le polemiche”; “Michele Giovanni Bontempo: va beh, stiamo ad osservare; del resto ‘proviene’ dalla DC…… ; ma il vero problema non è Renzi, quanto il PD: ateo, massone, legato ancora all’aberrante ideologia comunista”; “Arivle Rossi: ha detto e fatto tutto ed il contrario di tutto pur di arrivare dove è, non credo deponga tanto bene a favore della sua onestà morale, ma soprattutto ha accettato dal suo regista, napolitano giorgio, il peggiore ministro dell’ economia (per il popolo) ma garante della continuità col progetto di impoverimento e svendita della Nazione di quelli precedenti.Spero tanto di sbagliarmi…”; “Maria Pia Piatti: che Dio aiuti l’Italia! O Renzi o 1 altro la situazione non é delle migliori. Bisogna pregare x loro. Certo che i loro atteggiamenti scoraggiano anche i più ferventi cattolici. Questo é anche il risultato di un infelice ventennio di potere sconsiderato della destra coaudiuvato dalla sinistra. Ecco perché é cresciuto il Movimento 5 stelle!”; “Roxane Bestetti: speriamo bene! Che lo Spirito Santo gli apra cuore e mente! Dobbiamo pregare per tutti i componenti del nuovo governo,ed in particolare proprio per Renzi!”; “Francesca Russo: non mi preoccupano i suoi 38 anni , ma la mancanza di libertà di scelta”; “Francesca Abbate: se Renzi non fà cio’ che dicono chi lo ha messo li durera’ poco come gli altri”a cura di Ornella Felici

 

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome