Home Testimonium Beatificazione di don Louis-Édouard Cestac, sacerdote dei poveri

Beatificazione di don Louis-Édouard Cestac, sacerdote dei poveri

Beatificazione di don Louis-Édouard Cestac, sacerdote dei poveriSarà beatificato questa domenica, 31 maggio 2015, nel pomeriggio, nella sua Bayonne, in Francia, don Louis-Édouard Cestac, sacerdote fondatore dell’Istituto delle Serve di Maria dedite alla vita apostolica e del ramo contemplativo della congregazione: le Bernardine o Silenziose di Maria. Alla celebrazione, come rappresentante del Papa, il cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi. Il servizio di Roberta Barbi: 

“La mia fede, è questo il mio essere… Tutto di Dio, per Dio e con Dio”. Uno sconfinato amore per il Signore, che nel corso del suo ministero di sacerdote, don Cestac ha servito con tutto il cuore e tutte le forze di cui disponeva: era questo il binario entro il quale fece correre la sua vita, conclusa a 67 anni, nel 1868, già in odore di santità. Il segreto dei suoi successi – lo aveva rivelato a Napoleone III, che nel 1865 lo aveva decorato con la Legion d’Onore – era Gesù, incontrato nella preghiera e nell’Eucaristia, fonti di pace e serenità. Una devozione che era la sua principale virtù, come sottolinea – al microfono di Roberto Piermarini – il cardinale Angelo Amato:

“Il nostro beato amava Gesù Cristo, amava la Chiesa, amava il Papa, vicario di Cristo. Soleva dire che una parola del Papa vale più di tutte le parole degli uomini. I testimoni sono concordi nell’affermare che l’Eucaristia, la Messa, la Beata Vergine, i Santi erano le sue grandi devozioni”.

Ma don Cestac fu anche pastore per le sue pecore e il prossimo divenne subito il centro della sua vita, che fosse un bambino orfano da accarezzare; una giovane troppo povera per andare a scuola; un clochard cui fare dono di un piatto di minestra o di un lembo di mantello; una prostituta cui dare un’altra possibilità perché vedeva del buono lì dove nessun altro l’avrebbe visto. La povertà era la sua vera ricchezza e spesso faceva tutto questo a mani vuote di beni materiali, ma con il cuore ricolmo di fiducia nella Provvidenza di Dio, come ricorda il cardinale Amato:

“Aveva poi una grande fiducia nella Divina Provvidenza e una grande speranza della vita eterna. E la sua speranza era un inno alla Misericordia divina, che lo spingeva ad amare, a consolare, a perdonare e invitava tutti a gettarsi nel seno materno di Dio, rifugio di grazia e di perdono”.

Da abile insegnante quale era, ricordava spesso alle sue religiose le parole di Maria: “Fate tutto per me e io farò tutto per voi”. E proprio sul modello di amore della Vergine, sulla libertà e sul lavoro, aveva costruito tutte le sue opere di carità e di recupero. Ma il Beato Cestac può insegnare ancora molto anche a noi, segnala il cardinale Amato:

“Possiamo ricavare tre insegnamenti. Primo: egli ci invita ad avere fede in Dio e nella sua divina Provvidenza, presente nella storia dell’umanità della Chiesa, ma soprattutto anche nelle vicende della nostra vita personale, familiare. Noi siamo figli di Dio e Dio ci ama, ci guida, ci perdona. Un secondo insegnamento riguarda la nostra carità verso il prossimo: il nostro beato ci spinge a sporgerci verso i bisognosi, gli emarginati, a essere accoglienti, generosi e misericordiosi. E poi, un terzo insegnamento a noi, ma anche alle sue figlie spirituali, alle Serve di Maria, e cioè l’insegnamento di tendere alla santità, perché la santità in fin dei conti è il fine della vita cristiana. Una santità quotidiana, fatta di fedeltà, di laboriosità, di assenza di peccato, di corrispondenza alla grazia, di frequenza ai sacramenti e soprattutto di comunione con Gesù”.

A cura di Redazione Papaboys fonte: Radio Vaticana

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,853FansLike
19,425FollowersFollow
9,782FollowersFollow
2,330SubscribersSubscribe

News recenti

Grave incidente in Sicilia

Grave incidente in Sicilia. Pullman si ribalta: un morte e un...

++ Sicilia: pullman si ribalta. C'è un morto ++ A bordo del pullman c'era, a quanto pare, una quindicina di persone. ULTIMA ORA - In Sicilia,...