Bambino nel pozzo: fallito il primo tentativo di salvare Julen. Speranze al lumicino

Continuano senza sosta i tentativi di soccorso per salvare il piccolo Julen. Il bambino di soli due anni è caduto in un pozzo 4 giorni fa. Ci sono ancora poche speranze. 

La conformazione delle rocce sotterranee fa sì che l’aria circoli anche in profondità, il bimbo potrebbe respirare senza problemi.

Bimbo pozzo Spagna

Si fa sempre più drammatica e disperata la situazione che stanno vivendo i genitori di Julen, il bimbo di due anni caduto e bloccato da quattro giorni all’interno di un pozzo di 23 centimetri di diametro e 110 metri di profondità, nei pressi di Totalán (Malaga), in Spagna. Col passare delle ore, la speranza che il piccolo sia ancora vivo rischia di affievolirsi e, come se non bastasse, la prima modalità di salvataggio contemplata dai vigili del fuoco è stata già scartata.

LEGGI ANCHE: Il papà di Julen: ‘Abbiamo un angelo che ci aiuta’

Il primo tentativo dei soccorritori di raggiungere il bimbo consisteva nello scavare un tunnel orizzontale, perpendicolare al pozzo. Come riporta 20minutos.es, questa opzione è risultata essere impercorribile a causa dell’elevata instabilità del terreno. Per questo motivo, si sta pensando ad un’alternativa, quella di tentare di salvare il piccolo attraverso un nuovo tunnel verticale.

bimbo.spagna2anni

I genitori di Julen – ricorda il quotidiano on line Il Messaggero – da domenica scorsa, non si sono mossi dal pozzo. Per loro è un nuovo dramma, dopo aver perso, nel 2007, il loro primogenito, di tre anni. La mamma e il papà, però, non sono soli: intere comunità, giunte anche dai paesi vicini, hanno infatti portato il loro sostegno, con striscioni e slogan. Secondo gli speleologi, c’è la possibilità che Julen sia ancora vivo: «La conformazione delle rocce sotterranee fa sì che l’aria circoli anche in profondità, quindi il bimbo potrebbe respirare senza problemi».

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni, con il cuore, senza interessi economici o politici, semplicemente perché il cuore ci chiama a farlo. E ci mettiamo passione, costanza, ed anche quel pizzico di professionalità che deve contraddistinguere i cristiani. Ecco perché siamo “missionari di parabole antiche e sempre nuove: chiamati ad esserci, ed a stare anche vicini ad ognuno di voi”.

Un numero sempre maggiore di persone legge Papaboys.org senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente. Soprattutto quando si parla di cristianesimo.

Purtroppo il tipo di informazione che cerchiamo di offrire richiede molto tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire tutti i giorni i costi quotidiani di Papaboys.org ed abbiamo deciso di chiedere proprio a te che leggi di essere per noi, proprio Provvidenza.

Puoi aiutarci a continuare questa missione sempre meglio e con maggiore spessore ed incisività? L’unica cosa che non possiamo garantirti è aumentare il cuore che ci mettiamo per fare questo lavoro, perché fino ad oggi ce lo abbiamo messo davvero tutto! Ma con un po’ di sostegno in più, possiamo essere davvero più incisivi, per te, e per tutti coloro che ci seguono (quasi 2.000.000 di lettori ogni mese!)

Inviaci il tuo contributo, quello che vuoi, e che puoi. E che Dio ti benedica!

Grazie
Daniele Venturi
Direttore Papaboys.org

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €10.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome