Bagnasco: Che la politica sia onesta! Ed al servizio della gente

Per il cardinale Angelo Bagnasco i politici devono svolgere il loro ruolo con “competenza, onestà morale e sacrificio”. Nella Messa di ieri sera a Roma ai parlamentari per il Natale, il presidente della Conferenza episcopale italiana ha ribadito anche l’esigenza di rilanciare il lavoro

ANSA877998_Articolo

Una politica sempre al servizio della gente, ma anche “affidabile per i cittadini, altrimenti si espande uno spirito di sfiducia verso chi li rappresenta, e ciò che sarebbe peggio, verso le istituzioni. Ma che cosa ha da dire il presepe, rappresentazione di dolcezza, all’agire politico?

Il cardinale Angelo Bagnasco: “Ad essere umile, nel segno del servizio non del potere; lo sollecita a non essere supponente e arrogante e – quanto più ha il dovere e il potere di decidere per tutti –  è chiamato, il potere politico, ad essere altamente consapevole delle difficoltà a individuare il bene comune e a perseguirlo. E’ chiamato a dire la verità sempre senza esibire se stesso”.

Il bene comune passa anche per il lavoro, che, ricorda il cardinale, genera vita e futuro. Esso non ammette né ritardi né distrazioni. E ai nostri microfoni, il presidente della Cei chiede al governo di fare di più:

“Ci sono dei segnali, almeno a Genova ho visto qualche segnale, qualche assunzione: pochi numeri, ma l’anno scorso non c’erano… Però le nostre parrocchie vedono ancora molti, molti disoccupati che vanno a chiedere e cercare lavoro, a chiedere aiuto. Questo è quello che noi vediamo”.

Che il 2016 – è l’auspicio – sia quindi un anno di massimo impegno per la politica.



Servizio di Alessandro Guarasci per la Radio Vaticana

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome