Attacco contro i cristiani in Nigeria: uccise 100 persone

Ancora strage di cristiani in Nigeria. Alcuni funzionari governativi hanno reso noto che un gruppo di estremisti musulmani hanno attaccato tre villaggi cristiani uccidendo più di 100 civili. I terroristi hanno dato alle fiamme centinaia di capanne dal tetto di paglia. Negli ultimi anni, e soprattutto in questi mesi, migliaia di persone sono state uccise a causa della competizione per la terra e l’acqua tra i pastori musulmani e gli agricoltori cristiani. La settimana scorsa un altro eccidio ha colpito il vicino stato di Katsina, causando la morte di più di 100 persone. Il Capo villaggio Chenshyi Nuhu, ha confermato che uomini armati hanno ucciso più di 50 persone. Mentre il villaggio nella parte meridionale di Kaduna è stato distrutto. L’ultima strage si è consumata venerdì sera e così come abbiamo detto all’inizio sono stati eliminate cento persone. Gli indigeni del Forum Southern Kaduna, hanno accusato il governo di non agire nei confronti dei gruppi terroristici, che seminano paura e panico tra la popolazione.

Officials say Fulani Muslim herders attacked three Christian villages and killed more than 100 civilians. Hundreds of thatched-roof huts were set ablaze. Thousands have been killed in recent years in competition for land and water between mainly Muslim Fulani herdsmen and Christian farmers across Nigeria’s Middle Belt. More than 100 people were killed in similar attacks in neighboring Katsina state last week. Chenshyi village chief Nuhu Moses said Sunday that gunmen killed more than 50 people including the pastor’s wife and children. He said the entire village in the southern part of Kaduna state was destroyed. Local government acting chairman Daniel Anyip said about 100 people were killed in attacks on three villages Friday night. The Southern Kaduna Indigenes Progressive Forum blamed the government for failing to take action. a cura della Redazione Papaboys

 

* La fonte dell’articolo è tratta da: bigstory.ap.org, mentre la traduzione è stata curata dalla Redazione Papaboys.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome