Angela Grignano si è svegliata dal coma farmacologico e ha riconosciuto i familiari.

Angela Grignano

Angela Grignano si è svegliata dal coma farmacologico e ha riconosciuto i familiari. Nuova operazione per evitare l’amputazione della gamba

Angela Grignano

Angela Grignano, la giovane trapanese rimasta gravemente ferita ieri mattina nell’esplosione di Parigi, potrebbe rischiare l’amputazione di una gamba ma è stata risvegliata dal coma farmacologico in cui era stata indotta e – secondo quanto riportato dai parenti – li avrebbe riconosciuti. Lo scrive il fratello, don Giuseppe Grigagno, in un messaggio whatsapp inviato ai suoi parrocchiani e pubblicato dal sito Trapanisì. Angela potrbbe essere trasferita in un altro ospedale per un tentativo di ricostruzione della gamba.

Angela Grignano

L’esplosione non ha colpito nessun organo vitale, tuttavia risultano gravemente danneggiati una mano e una gamba. Per la mano i medici sono riusciti a salvare tutto. Per la gamba la cosa è più complessa, risultano recise molti vasi sanguigni e nervi, stanno provando a recuperare il più possibile senza arrivare alla più peggiore delle ipotesi che è l’amputazione».

PUOI LEGGERE ANCHE 

Esplosione Parigi. Angela è operata: «Sta meglio». Il post su Fb : «Roma mi manca»

Angela, dopo aver concluso gli studi alla Sapienza di Roma, si era trasferita a Parigi per cercare spazi nel mondo dell’arte e dello spettacolo. Per dieci anni aveva frequentato a Xitta, la frazione di Trapani dove viveva coi genitori (papà elettricista e mamma casalinga), una scuola di danza, la «Crisalide».  A Parigi Angela aveva trovato lavoro in un hotel Ibis, e ieri, quando è avvenuto l’incidente, si trovava proprio accanto alla boulangerie esplosa, in rue de Trevise.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome