Allerta meteo in tutta Italia per questo giovedì 24 ottobre. Ecco la situazione in tutte le regioni

Allerta meteo in tutta Italia per questo giovedì 24 ottobre. Ecco la situazione in tutte le regioni

.

PIOGGE SU NORDOVEST E CENTRO 
Una nuova perturbazione proveniente dalla Spagna porterà nelle prossime ore piogge e temporali prima sul nord ovest del paese, già colpito dall’ondata di maltempo dei giorni scorsi, e poi sulle regioni centrali tirreniche e sulla Sicilia. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso una nuova allerta meteo che prevede a partire dalla serata di oggi precipitazioni diffuse, localmente anche molto intense e accompagnate da grandinate, fulmini e forti raffiche di vento, su Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia ed Emilia Romagna. Nella mattinata di domani le piogge interesseranno anche Toscana, Umbria e Lazio mentre nel pomeriggio raggiungeranno anche la Sicilia. Il Dipartimento ha anche valutato una allerta arancione per rischio idrogeologico su Liguria, gran parte della Lombardia, Piemonte e Toscana.


allerta meteo archivio

LIGURIA, DOPO LA TREGUA IN SERATA TORNA L’ALLERTA METEO
Dopo i nubifragi dei giorni scorsi sulla Liguria poche ore di tregua dalle piogge e poi torna ad affacciarsi un nuovo fronte perturbato. Per questo Arpal, il centro meteo di Regione Liguria, ha emanato una nuova allerta meteo per temporali e piogge diffuse, a partire dalla serata di oggi.Queste le modalità dell’allerta: sul ponente della Liguria, dall’imperiese fino Noli in provincia di Savona il livello giallo scatterà dalle 21 fino alla mezzanotte di oggi, per poi diventare arancione fino alle 15 di domani, e tornare giallo fino alla mezzanotte successiva. Sul centro della Liguria, nel territorio compreso sulla costa tra Noli e Portofino, compreso l’entroterra di ponente dalla val Bormida alla valle Stura sarà allerta gialla dalle 21 a mezzanotte di oggi, mercoledì 23 ottobre, poi arancione fino alle 18 di domani, e da lì gialla fino a mezzanotte. Il Levante, da Portofino allo spezzino con entroterra della valle Scrivia allerta arancione da mezzanotte fino alle 18 di domani, e poi gialla fino alla mezzanotte seguente. Da quanto spiegato da Arpal la nuova ondata di maltempo ha origine da una struttura depressionaria presente sul Mediterraneo Occidentale, che rinvigorisce il flusso dai quadranti meridionali sulla Liguria.«Si prevede – spiegano i previsori – un tipico passaggio frontale con precipitazioni diffuse anche a carattere temporalesco forte, che attraverserà tutta la Liguria in circa dodici ore, seguito da una fase di occlusione con instabilità post-frontale. Le caratteristiche sono quelle di una struttura ben organizzata anche in quota e non è esclusa la formazione di fenomeni forti che dal mare possano raggiungere la terraferma. Il fronte sarà ostacolato nel suo procedere dall’alta pressione sui Balcani, e sembra inevitabile la formazione di un minimo depressionario sul Mar Ligure: un’evoluzione che implica ancora condizioni di instabilità sulla Liguria, con possibili convergenze in formazione a partire dalla parte centrale della giornata». A preoccupare anche i possibili effetti al suolo causati dalle precipitazioni, su terreni già saturi dalle piogge precedenti: il livello arancione per temporali è il massimo grado di allertamento per questo tipo di eventi meteo. 

REGIONE LOMBARDIA, DOMANI CRITICITÀ MODERATA SU PIANURA E APPENNINO
Moderata criticità, con codice arancione, per rischio idraulico sulla pianura centrale e su quella occidentale della Lombardia e per rischio idrogeologico sull’appennino pavese dalla mezzanotte di domani. Lo comunica la sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia la cui attività è coordinata dall’assessore regionale al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni. Dalle prime ore di domani sono previste precipitazioni a partire dai settori occidentali. Da metà mattina precipitazioni in risalita da sud e in estensione a gran parte della Regione. Il codice arancione per rischio idraulico è previsto sulla pianura centrale, nelle province di Bergamo, Cremona, Lecco, Lodi, Monza Brianza e Milano, nella bassa pianura occidentale, Cremona, Lodi, Milano e Pavia, e per rischio idrogeologico sull’area dell’appennino pavese.

ARPA, FINO VENERDÌ PIOGGE E TEMPORALI IN LOMBARDIA
Fin dalle prime ore di domani sono previste precipitazioni a partire dai settori occidentali, in estensione nel corso della giornata a gran parte della regione e in graduale esaurimento dalla serata. Lo segnala il Servizio idrometeorologico di Arpa Lombardia. Le precipitazioni risulteranno in parte anche a carattere di rovescio e temporale, in particolare nella seconda parte della giornata di domani, interessando parte dell’Appennino e dei settori centro-occidentali di pianura e Prealpi. Venerdì, le precipitazioni tenderanno ad esaurirsi dopo le prime ore del mattino. A Milano, visto il rischio di intensi temporali e forte vento, il Comune ha disposto l’attivazione del Centro operativo comunale (C.O.C.) dalle 9 di domani sino a venerdì mattina. La disposizione fa seguito all’avviso di criticità regionale che riguarda l’area del nodo idraulico di Milano. Con l’allerta meteo parte il monitoraggio dei livelli dei fiumi Seveso e Lambro e l’attivazione delle squadre di Protezione civile e delle pattuglie della Polizia locale. Anche la squadra del Servizio idrico MM – informa Palazzo Marino – sarà pronta a intervenire in caso di necessità.

TOSCANA, SCUOLE CHIUSE NEL GROSSETANO E LIVORNESE
Scuole chiuse domani in diversi Comuni delle province di Grosseto e di Livorno per l’allerta meteo di colore arancione diramata dalla Regione Toscana, dalle 10 fino alla mezzanotte, che interessa le zone della Maremma, la Val di Cornia e le isole dell’arcipelago. Nel Grossetano rimarranno chiuse le scuole a Grosseto, Magliano in Toscana, Manciano, Orbetello, Pitigliano e Sorano. Nel Livornese scuole chiuse a Piombino e nel comune elbano di Portoferraio. I sindaci in queste ore hanno emesso specifiche ordinanze.  A seguito dell’emissione di un’allerta meteo con Codice Arancione per domani 24 ottobre, che prevede pioggia e temporali forti nel territorio che va da Cecina verso sud, anche i sindaci di Cecina, Bibbona e Castagneto Carducci (Livorno) hanno deciso di chiudere le scuole in via precauzionale. Così la protezione civile intercomunale della Bassa Val di Cecina informa sulle chiusure delle scuole decise nell’area di competenza. Il Centro Intercomunale seguirà l’evolversi della situazione pubblicando informazioni sul suo sito.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome