HomeNewsItaliae et EcclesiaA Roma i due sacerdoti liberati in Camerun: "Trattati discretamente"

A Roma i due sacerdoti liberati in Camerun: “Trattati discretamente”

ANSA605810_Articolo - CopiaDon Giampaolo Marta e don Gianantonio Allegri, i due preti fidei donum vicentini liberati il 1° giugno dopo quasi due mesi di prigionia, sono arrivati ieri sera all’aeroporto militare di Ciampino. A riferirlo è la Radio Vaticana. “Nel corso di questi due mesi siamo sempre stati assieme e ci hanno trattato discretamente”.

Sono i primi frammenti di racconto che don Marta e don Allegri hanno condiviso con il vescovo di Vicenza, mons. Beniamino Pizziol, che è andato all’aeroporto di Ciampino per accoglierli. Con lui – riferisce l’agenzia Sir – alcuni familiari dei due preti, il ministro degli Esteri Mogherini e il ministro degli Interni Alfano.

“Stanno bene – commenta mons. Pizziol -. Li ho trovati dimagriti, ma vispi, psicologicamente presenti”. Don Gianantonio, don Giampaolo e suor Gilberte (che è rimasta in Camerun per alcuni accertamenti) non hanno subito violenze, hanno mangiato abbastanza regolarmente. Insieme si sono sostenuti e hanno pregato.

Erano in mezzo alla foresta e avevano uno spazio in cui muoversi di circa 200 m. Domani i due preti vicentini saranno sentiti dalla Procura di Roma che ha aperto un fascicolo sul rapimento, quindi nei prossimi giorni dovrebbero poter far ritorno in diocesi.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Iscriviti alla newsletter gratuita