Home News Res Publica et Societas 28 Maggio, ricordiamo Walter Tobagi. Mattarella: 'Era un uomo libero'

28 Maggio, ricordiamo Walter Tobagi. Mattarella: ‘Era un uomo libero’

Pubblicità

Il ricordo di Walter Tobagi nelle parole di Mattarella

Sergio Mattarella
Sergio Mattarella
Ph: Cristian Gennari/Siciliani

Pubblicità

Oggi, 28 Maggio 2020, ricordiamo Walter Tobagi: giornalista, scrittore e accademico italiano; fu assassinato in un attentato terroristico perpetrato dalla Brigata XXVIII marzo, gruppo terroristico di estrema sinistra, il 28 Maggio 1980 a Milano.

IL RICORDO DEL PRESIDENTE MATTARELLA

A quarant’anni dall’assassinio del giornalista del Corriere della sera, Walter Tobagi, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ne ricorda il coraggio e l’autorevolezza sulle pagine del quotidiano di via Solferino.

Pubblicità

“Walter Tobagi fu ucciso barbaramente perché rappresentava ciò che i brigatisti negavano e volevano cancellare. Era un giornalista libero che indagava la realtà oltre gli stereotipi e pregiudizi, e i terroristi non tolleravano narrazioni diverse da quelle del loro schematismo ideologico”.

Aggiunge: “Era un democratico, un riformatore, e questo risultava insopportabile al fanatismo estremista“, sottolinea Mattarella ricordando che “Tobagi è morto giovanissimo. A trentatré anni aveva già dimostrato straordinarie capacità, era leader sindacale dei giornalisti lombardi, aveva al suo attivo studi, saggi storici, indagini di carattere sociale e culturale”.

E, ancora ricorda che “è stato ucciso in quei mesi, in cui altri uomini dello Stato, altri eroi civili, cadevano a Milano e in tutta Italia per fedeltà a quei principi di convivenza che la Mitologia rivoluzionaria, le trame eversive, le organizzazioni criminali di diversa natura volevano colpire”.

Il Capo dello Stato, che esprime i “sentimenti di vicinanza alla famiglia Tobagi” sottolinea che “per il suo giornale Walter Tobagi è più di un simbolo: è esempio di un giornalismo libero, che non si piega davanti alla minaccia, che non rinuncia allo spirito critico nel raccontare la realtà, che vive nel pluralismo”.

“Questo giorno di memoria è importante per il ‘Corriere della Sera’, che ha avuto in Tobagi una delle sue firme più prestigiose, e lo è per tutta la stampa italiana: la società è cambiata in questi decenni – scrive Mattarella – ma la sfida della libertà, dell’autonomia, dell’autorevolezza della professione giornalistica è sempre vitale. Il desiderio di scavare nella realtà per portare alla luce elementi nascosti, oltre a essere buon giornalismo, aiuta anche a trovare semi di speranza. Di questo – conclude il presidente – abbiamo bisogno”. Fonte ansa.it

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

I nostri social

9,917FansLike
17,749FollowersFollow
9,748FollowersFollow
1,600SubscribersSubscribe

News recenti

angelus.ore_.12.

Angelus con Papa Francesco, domenica 12 luglio 2020. LIVE TV dalle...

Angelus con Papa Francesco, domenica 12 luglio 2020. LIVE TV dalle h.12.00, dal palazzo Apostolico Appuntamento settimanale con l’Angelus da piazza San Pietro. Già dalle...