Valle d’aosta, legge di prevenzione al gioco d’azzardo

usalatestaVALLE D’AOSTA – AOSTA – Riduzione dell’imposta regionale sulle attività produttive (Irap) dal 1° gennaio 2016 ai gestori di circoli privati che scelgono di non detenere nel proprio esercizio le apparecchiature per il gioco d’azzardo: è uno dei provvedimenti contenuti nella legge varata all’unanimità l’11 giugno dal Consiglio della Valle d’Aosta in tema di prevenzione, contrasto e trattamento del gioco d’azzardo patologico (Gap). Il provvedimento stabilisce un piano integrato per il contrasto e la riduzione del rischio di gioco d’azzardo patologico attraverso il monitoraggio del fenomeno, la formazione per gli esercenti e gli operatori della polizia locale, la consulenza telefonica per la cura. C’è il divieto di aprire sale da gioco in luoghi situati nelle vicinanze (500 metri) di scuole, strutture culturali, sportive, sanitarie e socio-assistenziali nonché l’utilizzo di apparecchi per il gioco ai minori di 18 anni. Oltre alla tutela sanitaria delle dipendenze a cura dell’azienda Usl, viene istituito il marchio regionale “Slot-Free-Regione autonoma Valle d’Aosta”, rilasciato ai titolari di esercizi commerciali, ai gestori di circoli privati che scelgono di non detenere nel proprio esercizio tali apparecchiature. Mentre costoro beneficeranno dell’abbattimento Irap, è prevista una maggiorazione della stessa aliquota per le sale da gioco e gli spazi per il gioco. Fonte: Agensir

Ti é piaciuto l'articolo? Scrivi un tuo commento!

Letture consigliate (clicca sulla copertina, potrai acquistare a prezzi scontati!)

Il discernimento
Intervista su Dio di Camillo Ruini
Cento giorni con Gesu

Una proposta

Commenti

Aggiungi il tuo commento