+++ Terremoto magnitudo 4.7 nel Maceratese. La scossa più forte alle 5:11 di stamattina

Una forte scossa di terremoto all’alba nelle Marche. Scossa di magnitudo 4.7 secondo l’Ingv, l’Istituto nazionale di vulcanologia, registrata alle 5:11 con epicentro a 2 km da Muccia, in provincia di Macerata, ed ipocentro a 9 km di profondità.

Oltre che nelle Marche, la scossa stata chiaramente avvertita anche in Umbria. Al momento non si hanno notizie di eventuali danni a persone o cose ma di certo la scossa è stata avvertita dalla popolazione in una vasta area dell’Italia centrale.

Le testimonianze Sui social molte le testimonianze di persone svegliate dal sisma. A Rainews24 il Sindaco di Peive Torina ha confermato che la scossa è stata intensa, in un’area già duramente colpita dagli eventi sismici del 2016 e al centro anche nei giorni scorsi di uno sciame sismico.

Dopo il forte sisma del Centro Italia del 2016, nella zona di Muccia la terra era tornata a tremare con frequenza e intensità già da alcuni giorni. In particolare, il 4 aprile se ne erano registrate una di magnitudo 4 alle 4:19 e una di magnitudo 3.6 alle 20:41. L’epicentro di questa ultima scossa di magnitudo 4.7  stato a 53 km da Perugia, 65 da Terni e 85 dall’Aquila. Già si sono registrate 4 lievi repliche di magnitudo 2 o 2.1.

Aggiornamento ore 7.10

Parla di “grande paura e insicurezza tra le persone” il sindaco di Muccia, Mario Baroni. “Stiamo controllando sia le casette che le case rimaste agibili – afferma Baroni -. E’ uno stillicidio contino, che ci sta snervando e che non si ferma: le scosse si ripetono da svariati giorni, anche con un’escalation nell’intensità”.

Parla invece di “ulteriori danni rispetto a quelli già avuti” dal forte terremoto del 2016 il sindaco di Pieve TorinaAlessandro Gentilucci. “La popolazione è molto provata – ha commentato Gentilucci -. Si ricominciano ora i sopralluoghi per verificare che la tenuta statica degli edifici sia adeguata. Siamo in giro con l’auto della protezione civile per verificare i danni”. “Oggi – continua Angelucci – abbiamo deciso di chiudere comunque le scuole. Abbiamo inoltre visto dei danni e stiamo verificando anche le Sae (soluzioni abitative in emergenza,ndr)”.

La Protezione civile delle Marche è in contatto con i sindaci delle zone terremotate che al momento non hanno segnalato danni. Ma ci saranno ulteriori controlli in mattinata.

Dopo la scossa di terremoto di magnitudo 4.7 avvenuta a Muccia, Trenitalia ha deciso di sospendere a scopo precauzionale la circolazione lungo la linea interna Civitanova Marche-Macerata per effettuare controlli sulla tenuta della strada ferrata. La circolazione dovrebbe riprendere alle 9.

Ti é piaciuto l'articolo? Scrivi un tuo commento!

Letture consigliate (clicca sulla copertina, potrai acquistare a prezzi scontati!)

Santi in Corsia
Cento giorni con Gesu
La libertà di scegliere il bene

Una proposta

Commenti

Aggiungi il tuo commento