SRI LANKA – La Chiesa lancia 100 giorni di preparazione alla visita di Papa Francesco

logo (1)COLOMBO – Saranno 100 giorni di profonda preparazione spirituale, con Sante Messe, veglie, opere di carità, durante i quali ogni credente è invitato a compiere un gesto penitenziale di “riparazione” al male fatto con un’opera di bene: è l’iniziativa lanciata dalla Chiesa cattolica in Sri Lanka, in vista della visita di Papa Francesco, che sarà sull’isola dal 13 al 15 gennaio 2015.

Come appreso da Fides, l’annuncio dei 100 giorni è stato dato nel corso di una Messa celebrata il 5 ottobre nella Basilica nazionale di Nostra Signora di Lanka. “Abbiamo bisogno di una preparazione spirituale più profonda per la visita del Santo Padre e per la canonizzazione del Beato Joseph Vaz”, ha spiegato il Vescovo ausiliare dell’Arcidiocesi di Colombo, Sua Ecc. Mons. Emmanuel Fernando, inaugurando l’inizio dei 100 giorni.

Durante la celebrazione è stato illustrato il logo della visita e il tema prescelto, “Rimanete nel mio amore”, tratto dal Vangelo di Giovanni. Sono state poi annunciate le attività spirituali previste dal Comitato preparatorio: tra le altre, è stata diffusa una speciale preghiera da recitare nelle chiese e in casa e la traccia di una speciale ora di adorazione con i bambini, che verrà offerta al Santo Padre per la Canonizzazione del Beato Joseph Vaz, preparata sia nelle scuole cattoliche, sia nei gruppi di catechismo dei fanciulli nelle parrocchie.
Ogni credente, poi, è stato invitato a compiere, in questo tempo, un gesto concreto di “riparazione”, nell’ottica penitenziale della misericordia e della compassione verso il prossimo. 

IL SITO UFFICIALE DELLA VISITA DI PAPA FRANCESCO

È già consultabile online dai primi giorni del mese di settembre il sito web del viaggio apostolico di papa Francesco in Sri Lanka (13-15 gennaio 2015). Disponibile in inglese, singalese e tamil – le tre lingue ufficiali del Paese – il sito www.popefrancissrilanka.com offre informazioni sulla visita, gli eventi, le celebrazioni liturgiche e gli accrediti. La presentazione ufficiale è avvenuta il 12 settembre scorso alla presenza del card. Malcolm Ranjith, arcivescovo di Colombo e presidente della Conferenza episcopale.

Oltre al lancio della pagina web, il porporato ha svelato il logo e i dettagli del programma provvisorio della visita papale. Secondo il programma, papa Francesco atterrerà all’aeroporto internazionale di Katunayake alle 9 di mattina del 13 gennaio, dove verrà accolto in modo ufficiale.

Dopo aver raggiunto Colombo, incontrerà i vescovi srilankesi presso la Conferenza episcopale e pranzerà con loro. Nel pomeriggio avrà un colloquio con il presidente Mahinda Rajapaksa alla President’s House. La sera incontrerà tutti i leader religiosi al Bandaranayake Memorial International Conference Halla (Bmich).

Il 14 gennaio papa Francesco celebrerà la messa alle 8:30 al Galle Face Green. Al termine della liturgia si recherà al santuario di Nostra Signora di Madhu (diocesi di Mannar, nord del Paese), dove celebrerà uno speciale servizio di preghiera. Visitando il santuario mariano, Francesco sarà il primo papa a mettere piede nel nord dello Sri Lanka e a incontrare la popolazione tamil, etnia di maggioranza nella regione e la più colpita dalle devastazioni della guerra civile.

Il logo raffigura in primo piano la cosiddetta “croce srilankese”, ispirata alla croce di san Tommaso. Il colore azzurro con cui è disegnata ricorda la consacrazione del Paese a Nostra Signora di Lanka, dopo la II Guerra mondiale, e la devozione mariana. Accanto alla croce vi è il beato Joseph Vaz, “l’apostolo dello Sri Lanka”. Beatificato da papa san Giovanni Paolo II durante il suo viaggio del 1995, la Chiesa srilankese spera che la visita di gennaio possa essere l’occasione per la sua canonizzazione. Sullo sfondo, la mitra di papa Francesco.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here