Siberia. Manca la chiesa, ne costruisce una di neve

Il villaggio siberiano di Sosnovka non ha chiese né preti, ma molti fedeli. Così Alexander Batyokhtin ha deciso di costruire una cappella. Con l’unico materiale disponibile nel piccolo villaggio dove la temperatura è stazionaria a 30 gradi sottozero: la neve.

 

Batyokhtin ha lavorato senza sosta per due mesi ma, afferma, non è stato difficile: «Le parti più complicate sono state l’altare e il crocifisso da mettere sul tetto. Per costruire la chiesa la cosa più importante è stata pregare e digiunare un po’».

Lo scultore sa che la chiesa si scioglierà con l’arrivo della primavera e dell’estate, ma spera che per allora qualcuno riesca a raccogliere fondi sufficienti per costruirne una in legno. Ora la piccola popolazione del villaggio entra in chiesa ogni giorno, anche solo per una preghiera.






«Per i nostri cuori e le nostre anime vuol dire tantissimo», ha dichiarato all’Associated Press l’amministratore del villaggio Yuriy Kirsh.




Fonte Siberia. Manca la chiesa, la costruisce di neve | Tempi.it

Ti é piaciuto l'articolo? Scrivi un tuo commento!

Letture consigliate (clicca sulla copertina, potrai acquistare a prezzi scontati!)

Il discernimento
I sette pilastri della felicità
Cento giorni con Gesu

Una proposta

Commenti

Aggiungi il tuo commento