Per proteggere la tua famiglia dal ‘nemico’ dovresti tenere in casa questi 3 potenti sacramentali

L’uso dei sacramentali è una delle pratiche più fraintese nella Chiesa cattolica. Fanno parte della vita della Chiesa fin dall’inizio, ma in genere vengono considerate una sorta di superstizione. E questo è decisamente sbagliato. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

Ciò è in gran parte dovuto al fatto che molti cattolici nel corso dei secoli hanno usato i sacramentali in modo superstizioso perché non è stato insegnato loro come farlo in modo appropriato. Anziché avvalersene con fede, alcuni cattolici li usavano come amuleti magici piuttosto che come strumenti di grazia.

È un peccato, perché i sacramentali sono intesi ad arricchire la nostra vita spirituale, non a ostacolarla. Sono stati istituiti dalla Chiesa per farci avere un rapporto più profondo con Cristo e vogliono aiutarci a santificare ogni parte della nostra vita. I sacramentali sono estensioni dei sette sacramenti, e portano la grazia di Dio in tutto ciò che facciamo.

Un luogo in cui i sacramentali sono particolarmente potenti è la casa. Se usati con spirito di fede, i sacramentali possono proteggerci dal male spirituale o ispirarci a condurre una vita santa dedicata a Dio.

Leggi anche: “Niente è come l’acqua santa”, disse S. Teresa
Ecco tre di questi sacramentali, che usati propriamente possono offrire uno sprone spirituale e tenere lontani i nemici spirituali che tramano nelle tenebre.

Acqua santa

L’acqua santa ha un doppio significato, ricordandoci il nostro Battesimo e rappresentando un simbolo di pulizia spirituale. Si dice che l’acqua santa ha un grande potere sul demonio e che questo non può sopportare quest’acqua “pulita”, visto che egli non è affatto “pulito”. È un promemoria dell’acqua fluita dal costato di Cristo, che è un simbolo del Battesimo, e richiama il giorno della sconfitta del demonio (crocifissione di Cristo).

È un antico costume avere delle acquasantiere sulle pareti di casa, che possono essere usate per benedirsi durante la giornata. È particolarmente utile averle sulle porte che portano fuori casa, così come nelle stanze da letto dei familiari. In questo modo rimaniamo sempre concentrati su Cristo, ci ricordiamo di rimanere puri e abbiamo l’acqua santa a portata di mano quando serve per scongiurare qualsiasi influenza del Maligno.

Il sale benedetto

Se possibile, è anche bene avere un piccolo contenitore di sale benedetto in casa propria. Bisognerebbe chiedere al proprio parroco di fornirlo, ed è probabile che neanche lui abbia familiarità con questa pratica. È un sacramentale spesso trascurato, e in genere non viene usato nelle parrocchie. Ad ogni modo, è un’arma potente contro il male, come si può verificare da questo passo della benedizione recitata dal sacerdote che si ritrova nel Rituale Romano:

Dio onnipotente ed eterno, ti imploriamo umilmente, nella tua gentilezza e nel tuo amore, di benedire (+) questo sale che hai creato e hai dato all’umanità perché potesse diventare fonte di salute per la mente e il corpo di chiunque lo usi. Possa liberare tutto ciò che tocca o su cui si sparge da ogni impurità e proteggerlo da ogni assalto degli spiriti maligni. Per Cristo nostro Signore.
Crocifisso

Un altro sacramentale molto potente che si ritrova più tipicamente nelle nostre case è il crocifisso, che non solo ci ricorda il grande amore di Dio per noi, ma è anche un forte deterrente per i nemici spirituali. Il crocifisso è la rovina dell’esistenza di Satana ed è il segno di tutto ciò che egli disprezza. È bene tenere un crocifisso in ogni stanza della casa, per poter meditare frequentemente sul grande sacrificio d’amore di Gesù e avere un’immagine che ricordi ciò su cui dobbiamo concentrarci nei momenti di tentazione.

Ecco due preghiere per benedire il crocifisso tratte dal Rituale Romano che riassumono tutte le ragioni per cui ne abbiamo bisogno in casa:

Signore Santo, Padre onnipotente, Dio eterno, degnati di benedire + questa croce, perché possa essere un aiuto per l’umanità. Fa’ che sia il sostegno della fede, un incoraggiamento a compiere opere buone, la redenzione delle anime; e fa’ che sia consolazione, protezione e uno scudo contro i dardi del nemico, per Cristo nostro Signore.

Signore Gesù Cristo, benedici + questa croce mediante la quale hai strappato il mondo dalle grinfie di Satana e sulla quale hai superato con la tua sofferenza il tentatore, che ha gioito per la prima caduta dell’uomo quando ha mangiato dell’albero proibito. È irrorata con acqua santa. Possa questa croce essere santificata nel nome del Padre, + e del Figlio, + e dello Spirito + Santo, e possano tutti coloro che si inginocchiano e pregano davanti a questa croce in onore di nostro Signore trovare la salute del corpo e dell’anima, per Cristo nostro Signore.

Fonte it.aleteia.org
.



.

Ti é piaciuto l'articolo? Scrivi un tuo commento!

Letture consigliate (clicca sulla copertina, potrai acquistare a prezzi scontati!)

Abelis
Cento giorni con Gesu
San Michele Arcangelo

Una proposta

Commenti

Aggiungi il tuo commento