Oh Signore, abbi misericordia di noi e del mondo intero!

« Recita continuamente la coroncina che ti ho insegnato. Chiunque la reciterà, otterrà tanta Misericordia nell’ora della morte. I sacerdoti la consiglieranno ai peccatori come ultima tavola di salvezza; anche se si trattasse del peccatore più incallito se recita questa coroncina una volta sola, otterrà la grazia dalla Mia infinita Misericordia. Desidero che tutto il mondo conosca la Mia Misericordia. Desidero concedere grazie inimmaginabili alle anime, che hanno fiducia nella Mia Misericordia »(Diario, settembre 1936)

«Nell’ora della morte difenderò come Mia gloria ogni anima che reciterà questa coroncina, oppure altri la reciteranno vicino ad un agonizzante, ed otterranno per l’agonizzante lo stesso perdono. Quando vicino ad un agonizzante viene recitata questa coroncina, si placa l’ira di Dio e l’imperscrutabile Misericordia avvolge l’anima e si commuovono le viscere della Mia Misericordia, per la dolorosa Passione di Mio Figlio»(Diario, 11 dicembre 1936)

«Oh! che grandi grazie concederò alle anime che reciteranno questa coroncina: le viscere della Mia Misericordia s’inteneriscono per coloro che recitano la coroncina. Scrivi queste parole, figlia Mia, parla al mondo della Mia Misericordia. Che conosca tutta l’umanità la Mia insondabile Misericordia. Questo è un segno per gli ultimi tempi, dopo i quali arriverà il giorno della giustizia. Fintanto che c’è tempo ricorrano alla sorgente della Mia Misericordia, approfittino del Sangue e Acqua scaturiti per loro».(Diario, 23 dicembre 1936)

Gesù raggi

Recitiamo insieme questa preghiera:

Padre aiutami a santificarmi. La mia debolezza ha bisogno di te per esser forte. Padre io voglio amarti perfettamente e non so. Insegnami a farlo, tu, Amore.

Padre io so e ricordo quanto mi hai già dato. Senza di te sarei un miserabile nel corpo e ancor più nello spirito. Grazie Padre , di tutto. Ti dico: Ancora ancora dei tuoi benefici .

Ma non per sete di benessere umano.

Più che per la carne , io dico ancora per lo spirito mio, al quale voglio rendere la Patria Eterna.

O Padre Santo , la tua creaturina sospira al tuo seno.

Sorreggimi sul cammino perché io non devii in altre strade e venga a te, mio riposo e gioia . Amen

Ti é piaciuto l'articolo? Scrivi un tuo commento!

Letture consigliate (clicca sulla copertina, potrai acquistare a prezzi scontati!)

Cento giorni con Gesu
Santa Rita da Cascia. Sposa e madre, umile monaca, grande taumaturga
Il perdono di Assisi

Una proposta

Commenti

Aggiungi il tuo commento