Non solo Medjougorje. Veggenti anche sul Monte Grappa. A proposito delle parole di Francesco…

monf4In più di una occasione ho sottolineato sulle pagine del blog ‘Voci di Piazza’ su Papaboys 3.0 come sia moda innata di molti osservatori dei media – e purtroppo anche di alcuni vaticanisti – cercare di tirare per la ‘tonaca’ Papa Francesco.

Le parole del Pontefice a Santa Marta sui veggenti, la settimana scorsa, ne sono un esempio plateale. Francesco si impegna per ricordare a noi cristiani l’essenzialità della nostra fede, e molti di noi si mettono a seguire le paginate dei giornaloni e le ore di trasmissioni televisive nelle quali si interpreta, si devia dal cuore della fede e si parla di tutto tranne che di Cristo Signore e di Sua Mamma.

Sapete sicuramente che ci sono centinaia di preseunte apparizioni quotidiane in tutto il mondo ed ogni volta arrivano a Roma (in Vaticano) dossier corredati da miracoli, testimonianze, assertori e… promotori. Che deve fare la Santa Chiesa?

Prima di tutto: usare la Santa Pazienza! E lo fa. Con discernimento, con umiltà e, grazie a Dio, anche con autorità.

Tra le varie ‘storie’ incredibili, oggi mi voglio soffermare su queste – ci sono le ‘apparizioni del Monte Grappa’, una piccola Medjugorje formato ‘Italia’ con tanto di pellegrini, ‘miracoli’ e tutto ciò che ne consegue (conti correnti bancari per le offerte ecc ecc.)

Conoscete questa storia? Eccola!

santuario-monfenera

 

Monfenera è un’anticima del Monte Grappa, tristemente noto per i molti caduti della Grande Guerra, dove una veggente di nome Paola Albertini, dal 4 giugno 1986 ha apparizioni della Madonna. La Vergine si presenta come “Regina degli Angeli Custodi”. Da allora le apparizioni sono state continue però in un clima di grande riservatezza. Solo dopo dieci anni (1996) la Madonna ha chiesto di parlarne, di farla conoscere ed amare.

Da allora il 4 di ogni mese le apparizioni sono diventate pubbliche con un concorso sempre più numeroso di fedeli ed avvengono durante la recita del S.Rosario che inizia alle ore 17 con l’ora solare ed alle 18 con l’ora legale. Le autorità ecclesiastiche ne sono al corrente e seguono il caso con l’abituale prudenza.

Il luogo delle apparizioni è a circa 800 metri sul livello del mare ed è raggiungibile dal paese di Pederobba che si trova alle pendici della montagna. E’ situato in una radura in mezzo al bosco con un panorama di suggestiva bellezza. La veggente guida la preghiera, che a un certo punto interrompe perché cade in uno stato di estasi ed inizia a dialogare con la Vergine ripetendo ad alta voce quello che sente dalla misteriosa interlocutrice. La Madonna dà dei messaggi che vengono registrati e poi diffusi fra i fedeli.

Ogni tanto la veggente viene chiamata in varie parti d’Italia per tenere incontri di preghiera. Dal 1997 è stata invitata diverse volte negli Stati Uniti per incontri di preghiera e guarigione imponendo le mani sugli ammalati. Ha anche incontrato il Santo Padre al quale ha portato messaggi personali a lui indirizzati. Sul luogo dell’apparizione non c’è molto da vedere, solo un capitello, e la gente si raduna in preghiera nella radura antistante, anche d’inverno!

Il desiderio della Vergine è che sul luogo dell’apparizione venga eretta per prima cosa una cappella e la veggente spera anche, con l’aiuto dei pellegrini e con l’appoggio dell’Associazione “Maria Regina degli Angeli Custodi” che è stata appositamente costituita, di poter erigere anche altre future opere (secondo il desiderio espresso dalla Madonna: un santuario, un monastero di clausura, un convalescenziario e una casa dei Padri Bianchi che seguano il santuario stesso).

La ricorrenza e l’apparizione pubblica è al 4 di ogni mese alle ore 17 (alle 18 con ora legale) ma apparizioni e messaggi avvengono ogni giorno ed è sempre possibile recarsi per un incontro di preghiera, previo accordo, con la Signora Paola che è disponibile ad accompagnare al Monfenera i pellegrini che lo desiderano. Riceve anche a casa sua concordando tempi e modi: telefonare al numero tel. 0423 69871 – Fax 0423 695098!!!
Indirizzo: Via Molinetto, 49 – 31040 Pederobba, Treviso.
Per andarci in pellegrinaggio (in pullman) dall’Alto Adige si può provare a contattare Vittorio Pasqualini al numero 0471 289 610 (preferibilmente al mattino dalle 7 alle 8, o lasciare messaggio su segreteria telefonica). 

Capito che storia? La Madonna postina…..

Chi ha orecchi per intendere…. ci provi! di Daniele Venturi

Ti é piaciuto l'articolo? Scrivi un tuo commento!

Letture consigliate (clicca sulla copertina, potrai acquistare a prezzi scontati!)

Cento giorni con Gesu
Mauro Leonardi - Mezz'ora di orazione
San Michele Arcangelo

Una proposta

Commenti

1 Commento

  1. Simone Caramel ha detto:

    “Tra le varie ‘storie’ incredibili, oggi mi voglio soffermare su queste – ci sono le ‘apparizioni del Monte Grappa’, una piccola Medjugorje formato ‘Italia’ con tanto di pellegrini, ‘miracoli’ e tutto ciò che ne consegue (conti correnti bancari per le offerte ecc ecc.)”

    Gradirei sapere dove l’autore di questo articolo ha trovato l’indicazione di conti correnti bancari?
    Almeno nel sito ufficiale relazionato a questa che viene chiamata “storia” non vedo l’indicazione esplicita di nessun IBAN in correlazione ai progetti che si propongono.
    http://www.mariareginadegliangelicustodi.it
    L’informazione correta deve citare le fonti esatte, e dare modo al lettore di verificarle, altrimenti è disinformazione..
    Grazie per l’attenzione
    Cordiali saluti

Aggiungi il tuo commento