Il Segno grandioso che ci ha promesso la Madonna. Ne ha parlato la veggente Vicka

Janko — In verità, abbiamo parlato già abbastanza dei segreti della Madonna, ma ti pregherei, Vicka, di dirci qualcosa riguardo al suo segreto particolare, cioè riguardo al suo Segno promesso.

Vicka — Per ciò che riguarda il Segno, ti ho già parlato abbastanza. Scusami, ma riguardo a questo mi hai anche stufato con le tue domande. Non ti bastava mai quello che ti dicevo.
.

J — Hai ragione; ma che cosa posso farci se molti sono interessati, e lo sono anch’io, e vogliono sapere tante cose riguardo a questo?

V — E va bene. Tu chiedimi e io ti risponderò quello che so.

J — Oppure quello che ti è permesso.

V — Anche questo. Su, incomincia.

J — Va bene; incomincio così. Adesso si vede chiaramente, sia dalle vostre dichiarazioni sia dalle cassette registrate, che fin dall’inizio voi avete importunato la Madonna perché lasciasse un segno della sua presenza, affinché il popolo creda e non dubiti di voi.

V — È vero.

J — E la Madonna?

V — All’inizio, ogni volta che noi le chiedevamo tale segno, scompariva subito, oppure incominciava a pregare o a cantare.

J — Vuol dire che non voleva rispondervi?

V — Sì, in qualche modo.

J — E allora?

V — Noi abbiamo continuato a importunarla. E lei abbastanza presto, assentendo con la testa, ha incominciato a promettere che avrebbe lasciato un segno.

J — Non lo ha mai promesso con le parole?

V — Come no! Soltanto non subito. Occorrevano le prove (ossia che i veggenti fossero messi alla prova) e la pazienza. Voi pensate che noi con la Madonna possiamo fare quello che vogliamo! Eh, padre mio…

J — Secondo te, quanto tempo c’è voluto perché la Madonna vi promettesse veramente di lasciare un segno?

V — Non lo so. Non posso dire di saperlo se non lo so.

J — Ma all’incirca?

V — Press’a poco un mese. Non so; può darsi anche di più.

J — Sì, sì; anche di più. Nel tuo quaderno sta scritto che il 26 ottobre 1981 la Madonna, sorridendo, ha detto che si meravigliava perché non le chiedevate più nulla riguardo al Segno; ma ha detto che ve lo lascerà sicuramente e che non dovete aver paura perché lei attuerà la sua promessa.

V — Va bene, ma penso che quella non sia stata la prima volta che ci ha fatto la promessa di lasciarci veramente il Segno.

J — Capisco. Vi ha detto subito di che cosa si tratta?

V — No, no. Sono passati forse anche due mesi prima di dircelo.

J — Vi ha parlato a tutti insieme?

V — A tutti insieme, per quanto mi ricordo io.

J — Allora vi sarete sentiti subito alleggeriti?

V — Eccome! Prova a pensare: allora ci assalivano da tutte le parti: giornali, maldicenze, provocazioni di ogni genere… E noi non potevamo dire niente.

J — Lo so; mi ricordo di questo. Ma adesso dimmi qualche cosa riguardo a questo Segno.

V — Posso dirtelo, ma tu sai già tutto quello che si può conoscere al riguardo. Una volta mi hai quasi ingannato, ma la Madonna non lo ha permesso.

J — In che modo ti ho ingannato?

V — Niente, lascia perdere. Andiamo avanti.

J — Dimmi, per favore, qualcosa riguardo al Segno.

V — Ti ho già detto che sai tutto quello che si può sapere.

J — Vicka, vedo che ti ho scocciato. Dove la Madonna lascerà questo Segno?

V — A Podbrdo, sul posto delle prime apparizioni.

J — Dove sarà questo Segno? In cielo o sulla terra?

V — Sulla terra.

J — Apparirà, sorgerà tutt’a un tratto oppure pian piano?

V — Tutto a un tratto.


.



.
J — Lo potrà vedere chiunque?

V — Sì, chiunque verrà qui.

J — Questo Segno, sarà passeggero o permanente?

V — Permanente.

J — Sei un po’ parca nel rispondere, però…

V — Vai avanti, se hai ancora qualcosa da chiedere.

J — Qualcuno potrà distruggere questo Segno?

V — Nessuno potrà distruggerlo.

J — Questa cosa la pensi tu?

V — Ce l’ha detta la Madonna.

J — Tu conosci con precisione come sarà questo Segno?

V — Con precisione.

J — Sai anche quando la Madonna lo manifesterà a noi altri?

V — So anche questo.

J — Lo sanno anche tutti gli altri veggenti?

V — Questo non lo so, ma penso che ancora non lo sappiamo tutti.

J — Maria mi ha detto che non lo sa ancora.

V — Ecco, lo vedi!

J — E il piccolo Jakov? Lui non mi ha voluto rispondere a questa domanda.

V — Penso che lui lo sappia, ma non ne sono sicura.

J — Non ti ho ancora chiesto se questo Segno è un segreto speciale o no.

V — Sì, è un segreto speciale. Ma nello stesso tempo fa parte dei dieci segreti.

J — Ne sei sicura?

V — Certo che ne sono sicura!

J — Va bene. Ma perché la Madonna lascia qui questo Segno?

V — Per mostrare al popolo che lei è presente qui tra noi.

J — D’accordo. Dimmi, se credi: io arriverò a vedere questo Segno?

V — Vai avanti. Una volta te l’ho detto, molto tempo fa. Per adesso basta così.

J — Vicka, vorrei chiederti ancora una cosa, ma sei troppo dura e spiccia, perciò ho paura.

V — Se hai paura, allora lascia stare.

J — Ancora solo questo!






V — Mi sembra di non essere tanto cattiva. Chiedi pure.

J — Così va bene. Secondo te, che cosa succederebbe a qualcuno di voi, se manifestasse il segreto del Segno?

V — Non ci penso neppure, perché so che questo non può accadere.

J — Però una volta i membri della commissione episcopale hanno chiesto a voi, e precisamente a te, che descriviate per scritto tale Segno, come sarà e quando avverrà, perché poi lo scritto venisse chiuso e sigillato davanti a voi, e venisse conservato fino a quando il Segno apparirà.

V — Questo è esatto.

J — Ma voi non avete accettato. Perché? Neppure a me questo è chiaro.

V — Non posso farci niente. Padre mio, chi non crede senza questo, non crederà neppure allora. Però ti dico anche questo: guai a chi aspetterà il Segno per convertirsi! Mi sembra di avertelo detto una volta: che molti verranno, può darsi che si inchineranno davanti al Segno, ma malgrado tutto non crederanno. Sii felice di non essere tra di loro.

J — Davvero ne ringrazio il Signore. Questo è tutto quello che puoi dirmi fino adesso?

V — Sì. Per adesso ti basti.

J — Va bene. Grazie.




Redazione
.



.

Ti é piaciuto l'articolo? Scrivi un tuo commento!

Letture consigliate (clicca sulla copertina, potrai acquistare a prezzi scontati!)

Gli insegnamenti di Benedetto XVI
Leonardi Mauro - Come Ges—. L'amicizia e il dono del celibato apostolico
Cento giorni con Gesu

Una proposta

Commenti

Aggiungi il tuo commento