I Papaboys sul Monte Križevac

Križevac

Il nostro pellegrinaggio a Medjugorje oggi prosegue con la salita al Monte Križevac che assieme alla collina del Podbrodo ed alla chiesa parrocchiale dedicata a San Giacomo, è uno dei tre punti fondamentali di devozione per ogni cattolico che si rechi in pellegrinaggio a Međugorje. Sulla cima del monte, alto 540 metri, è stata costruita una croce monumentale che ha le dimensioni di 8.5 metri di altezza e 3.5 metri di larghezza; sulla croce inoltre, è stata incisa la frase: “A Gesù Cristo Redentore dell’umanità, in segno di fede, amore e speranza in ricordo del 1900esimo anniversario della Passione di Cristo”; infatti venne eretta in onore dell’Anno Santo della Redenzione 1933-’34, ad opera dei parrocchiani di Međugorje. Križevac è anche il nome della stessa Festa dell’Esaltazione della Santa Croce nella Parrocchia di Međugorje; fino al 1981 questa festa era per i parrocchiani e gli amici dei villaggi vicini, con l’inizio delle apparizioni della Regina della Pace è divenuta una celebrazione per i cattolici di tutto il mondo. Durante la settimana precedente al giorno della festa, la croce è illuminata sempre nelle ore notturne a simboleggiare l’imminenza della festività.

#Live da Medjugorje <3(canto) L'Amore del SIGNORE è meraviglioso! Pellegrinaggio #papaboys

Posted by Associazione Nazionale Papaboys on Martedì 2 giugno 2015

Su questo monte sono avvenuti dei fenomeni davvero inspiegabili e importanti per la devozione: migliaia di persone testimoniano di aver visto scomparire l’enorme croce bianca e li apparirvi una silhouette femminile di colore bianco; altri dicono di aver visto una grande luce bianca, con una luminosità che non appartiene a questo mondo. Molti fenomeni sono stati anche immortalati con fotografie e video.

#Live da Medjugorje preghiera del Santo Rosario prima della apparizione di questo 2 giugno 2015

Posted by Associazione Nazionale Papaboys on Martedì 2 giugno 2015

La salita al Križevac è molto più lunga e dura rispetto all’ascesa della collina del Podbrodo; ma grazie alla presenza delle stazioni della Via Crucis, si ha il modo di meditare, pregare e riposare. Un luogo di profonda di pace e preghiera, un po’ come lo è in ogni angolo questo oasi di pace chiamato Međugorje.

#Live da Medjugorje in attesa dell'apparizione di questo 2 giugno 2015

Posted by Associazione Nazionale Papaboys on Lunedì 1 giugno 2015

Ti é piaciuto l'articolo? Scrivi un tuo commento!

Letture consigliate (clicca sulla copertina, potrai acquistare a prezzi scontati!)

Medjugorje e il futuro del mondo. Di padre Livio
Cento giorni con Gesu
La libertà di scegliere il bene

Una proposta

Commenti

Aggiungi il tuo commento