I Papaboys in pellegrinaggio a Medjugorje dal 31 Maggio al 5 Giugno

MedjugorjeInizia in questa ultima domenica di maggio, festa della Visitazione di Maria, alla conclusione del mese mariano di maggio, il pellegrinaggio a Medjugorje dei Papaboys: dal 31 Maggio al 5 Giugno. I giovani del Papa precederanno di poche ore l’arrivo Papa Francesco nella Bosnia Erzegovina, (il Pontefice si recherà in visita il 6 Giugno a Sarajevo e non a Medjugorje).

Cercheremo di tenervi aggiornati, momento dopo momento di questa esperienza mariana che ci apprestiamo a fare, promettendovi di portare con noi tutte le richieste di preghiera e le intenzioni che abbiamo raccolto in queste settimane di preparazione.

Non c’è bisogno di sottolinearlo, ovviamente, ma andiamo in questo luogo di preghiera per cercare di accrescere la nostra esperienza di preghiera, e per affidare a Maria ed a Gesù la nostra vita. Oltre che per pregare intensamente per il prossimo viaggio del Santo Padre Francesco, e per tutto il Suo Pontificato.

Importante sottolineare che la Chiesa ancora non si è pronunciata in maniera definitiva sul fenomeno, che attende il concludersi delle apparizioni. Nel 2010 Benedetto XVI però, ha affidato ad una commissione internazionale, presieduta dal cardinale Ruini e composta da diciassette membri provenienti da tutto il mondo (porporati, vescovi, teologi e psicologi scelti tra i massimi esperti di mariologia e apparizioni) il compito di approfondire il fenomeno Medjugorje. Il lavoro è durato più di tre anni e, il 23 gennaio 2014, l’ex presidente della Cei, anche non essendo mai stato a Medjugorje, ha informato Papa Bergoglio dei risultati a cui è giunta la commissione. Si attende quindi che presto Papa Francesco si pronunci in un giudizio parziale sugli avvenimenti di Medjugorje.

Intanto ci fa piacere ricordare e ci danno forza, nella scelta di fare questo viaggio, le famosi frasi di San Giovanni Paolo II durante un breve colloquio con la veggente Mirijana alla quale confidò: “Se non fossi Papa, sarei già a Medjugorje a confessare”.

Fra due monti, questo è il significato di Medjugorje, un piccolo villaggio del comune di Čitluk nella Bosnia Erzegovina; poche abitazioni circondate da vigneti e campagne poste fra il Monte Krizevac e la collina del Podbrodo. Un luogo che dal suo anonimato è diventanto forse il “santuario mariano” più visitato al mondo, grazie alle presunte apparizioni mariane che ancora oggi proseguono dopo quasi 34 anni. La prima apparizione risale al 24 Giugno 1981, in quel giorno la Vergine Maria apparve soltanto ad alcuni dei 6 veggenti, presentandosi come Regina della Pace; il giorno seguente apparve a tutti i ragazzi che all’epoca avevano fra i 10 e i 16 anni.

Le persone che ancora oggi vedono Maria sono: Vicka Ivanković, Mirijana Dragičević, Marija Pavlović, Ivan Dragičević, Ivanka Ivanković e Jakov Čolo. La Madonna appare ad alcuni di loro tutti i giorni ad altri in giorni specifici, lasciando spesso messaggi per l’umanità e chiedendo al mondo la pace e la conversione, famosi inoltre sono i 10 segreti sul futuro del mondo che la Regina della Pace ha affidato ai veggenti. Gesù ci ha insegnato a riconoscere l’albero dal frutto, e questo luogo ha dei frutti magnifici. Qui sono avvenute centinaia di guarigioni fisiche inspiegabili, fenomeni inspiegabili nel cielo; ma forse i veri miracoli di Medjugorje sono le conversioni (anche di uomini di altre religioni), le vocazioni e le confessioni, infatti Medjugorje è il confessionale a cielo aperto più grande del mondo.

La stra-maggioranza delle persone partite in pellegrinaggio in questo luogo sono tornate a case diverse, toccate nel profondo del cuore e dell’anima. Chi c’è stato lo descrive metaforicamente come un pezzo di paradiso sceso in terra; un luogo di profonda preghiera e pace. I frutti ci sono e sono numerosi, e come associazione vogliamo andare a sentire col nostro cuore l’amore della Regina della Pace. Per chi vuole, può unirsi in viaggio con noi in viaggio e per chi non può in preghiera; di seguito la locandina del nostro pellegrinaggio, con tutte le informazioni necessarie.

.

Ci siamo! Partiti>>>> destinzione #Medjugorje vi giunga il nostro saluto e la nostra preghiera

Posted by Associazione Nazionale Papaboys on Domenica 31 maggio 2015

.

pellegrinaggio-medjugorje

Quali sono i luoghi di preghiera di Medjugorje?

I luoghi fondamentali di preghiera per chiunque si reca a Medjugorje sono: la Collina del Podbrodo, il luogo delle prime apparizioni ai veggenti e il punto dove si dovrebbe compiere secondo quanto riferito dalla Vergine Maria ai veggenti, un miracolo prodigioso che gli uomini non potranno rinnegare. Sulla salita al colle si trovano le stazioni della via crucis, mentre sulla sommità c’è la bellissima statua della Madonna, un luogo di profonda preghiera e pace; alla base del colle ci sono delle croci blu, questo è il luogo dove solitamente la veggente Mirijana riceva l’apparizione ogni 2 del mese.

Il Monte Krizevac, alto 448 metri, sulla cima è posta una croce bianca alta 8.5 metri e larga 3.5, eretta dai parrocchiani del posto in onore dell’Anno Santo della Redenzione 1933-’34. Si raccontano molti miracoli e avvenimenti straordinari accaduti sulla sommità del monte.

Altri luogo fondamentale è chiesa di San Giacomo, oltre ad essere la parrocchia, durante i primi tempi delle apparizioni i veggenti, perseguitati dalla polizia della dittatura comunista, si rifugiavano nella sacrestia per incontrare la Beata Vergine.

Inoltre c’è la statua dedicata alla madonna nel piazzale di San Giacomo e la statua del Cristo Risorto di bronzo da dove misteriosamente fuoriescono delle goccioline d’acqua dalla gamba destra; per molti un fenomeno fisico, per altri no, molte persone dichiarano di essere guarite da malattie dopo aver toccato quel misterioso liquido.

“Se sapeste quanto vi amo, piangereste di Gioia”

Servizio a cura di Francesco Frigida

Ti é piaciuto l'articolo? Scrivi un tuo commento!

Letture consigliate (clicca sulla copertina, potrai acquistare a prezzi scontati!)

Cento giorni con Gesu
La cupola di San Pietro
La libertà di scegliere il bene

Una proposta

Commenti

Aggiungi il tuo commento