Se soltanto tu sapessi quanto ti ama Dio…

Ragazza, se sapessi quanto ti ama Dio, non elemosineresti l’attenzione e l’affetto di chi dice di amare ma non agisce coerentemente. Sei preziosa e anche se non lo hai ancora capito, questa verità non cambierà.

Ragazza, se soltanto sapessi quanto ti ama Dio…

Tu sei unica, amata, c’è Chi si prende cura di te. Tu sei la figlia di Colui che ha creato ogni stella e chiama ciascuna di essa per nome. Forse non hai ancora capito che cosa significa. Ragazza, tu sei la figlia del Creatore dell’universo… questo non dà al tuo cuore una sensazione diversa? Non sei un errore, e tanto meno un incidente, tu sei la più bella delle creature.

Può essere che ti stia chiedendo: “Se io sono una figlia, dov’era mio padre quando ne avevo più bisogno?” E io rispondo: “Era dalla tua parte. Quando hai pianto in segreto, Lui era lì. Quando il ragazzo ti ha ferito il cuore, Lui era lì. Anche quando ti sei sentita sola, Lui era lì.

E forse ti chiedi anche: “Se era lì, perché non ha impedito il mio dolore?“. Lo dico ancora una volta, non lo ha impedito perché il tuo dolore è stato il risultato delle tue scelte frettolose.

È necessario comprendere che non puoi accettare una cosa qualsiasi, perché Lui non ha una cosa qualsiasi per te, bensì qualcosa di prezioso e di speciale. Puoi avere sbagliato, ma Lui perdona sempre e accoglie un cuore pentito.






Tu sei una figlia, e in quanto figlia sarai corretta da tuo padre, ma con amore. Non sei sola, non sei stata abbandonata. La tua ferita? La curerà Lui. Il tuo passato? Lui lo lascia dove appartiene, al passato.

Sei la figlia prediletta del Padre, la pupilla del Suo occhio. Anche se sei imperfetta e indegna, il Suo amore per te non va e viene, ma è permanente. Rimane sempre.




Fonte it.aleteia.org

Ti é piaciuto l'articolo? Scrivi un tuo commento!

Letture consigliate (clicca sulla copertina, potrai acquistare a prezzi scontati!)

Giovanni Paolo II raccontato da chi lo ha raccontato
Il Rosario con Papa Francesco
Cento giorni con Gesu

Una proposta

Commenti

Aggiungi il tuo commento